Un neuroscienziato ha ringiovanito il suo cervello e ha spiegato come possiamo farlo anche noi

Il famoso dott. Daniel G. Amen ha spiegato cosa fare per rallentare il processo d'invecchiamento del cervello. Ecco i suoi consigli.

Daniel G. Amen

Il cervello umano è molto complicato. Contiene 100 miliardi di neuroni e la quantità di connessioni tra di essi è maggiore del numero delle stelle.

Questo organo prende parte a tutto ciò che facciamo. Il suo lavoro equilibrato ci fornisce salute, benessere e saggezza. Tuttavia, perdiamo 85.000 cellule cerebrali ogni giorno. Tuttavia, un certo tipo di stile di vita può contenere questa perdita.

Il dott. Daniel G. Amen, famoso neuroscienziato, cominciò a interessarsi ai segreti del cervello quando studiò il suo tomogramma. Aveva 37 anni e scoprì che il suo cervello non sembrava in forma. Daniel non beveva alcol, non fumava e né prendeva droghe ma aveva alcune abitudini malsane: dormiva solo 4-5 ore al giorno, beveva bibite gassase dietetiche, era in sovrappeso e soffriva di stress cronico.

Ho provato pietà per il mio cervello e volevo migliorarlo“, ha detto lo scienziato. E ciò cominciò ad avvenire quando il dottor Amen decise di lavorare su se stesso, abbandonando le cattive abitudini e adottando quelle più sane.

Il medico ha fondato dozzine di cliniche in tutto il mondo con lo scopo di studiare le funzioni cerebrali. Per un periodo di 20 anni, il Dr. Amen ha creato 70.000 tomogrammi di persone provenienti da 90 Paesi diversi e ha dimostrato che tutti noi potremmo rallentare o addirittura invertire il processo di invecchiamento. La migliore dimostrazione che la sua teoria fosse corretta era il miglioramento del proprio tomogramma.

Questo è un Tomogramma del cervello del dr.Daniel G. Amen.
Questo è un Tomogramma del cervello del dr.Daniel G. Amen.

Ora, le nostre abitudini quotidiane possono arrecare danni al cervello o aiutarlo. Le cose più pericolose per la salute del cervello sono le ferite (non c’è niente di peggio di una palla che colpisce la testa), le droghe e l’alcol, l’obesità (quando il peso aumenta, diminuisce l’attività cerebrale), il fumo, l’ipertensione, il diabete, le tossine ambientali, la mancanza di esercizio fisico, la dipendenza da giochi per computer, la caffeina eccessiva, la mancanza di sonno, lo stress, lo stile di vita sedentario e i pensieri negativi.

La più grande caratteristica del cervello è la sua flessibilità. Ecco perché tutti possono migliorarne la salte.

Il dr. Daniel G. Amen, a tal proposito, raccomanda quanto segue:

  • Creare connessioni sociali positive perché imitiamo le abitudini delle persone con cui comunichiamo;
  • Non smettere mai di imparare qualcosa di nuovo;
  • Condurre uno stile di vita sano;
  • Assumere multivitaminici e integratori con olio di pesce;
  • Imparare a suonare uno strumento musicale;
  • Eseguire attività fisica;
  • Danza;
  • Dormire almeno 7 ore al giorno;
  • Lavorare sul pensiero positivo;
  • Scrivere 3 cose per cui essere grati alla vita ogni giorno, questo funzionerà meglio di qualsiasi antidepressivo;
  • Meditare.

Una mente sana coincide con un cervello sano. Per realizzare i nostri sogni, il nostro cervello dovrebbe funzionare correttamente ed efficacemente. Ecco perché bisogna stare davvero attenti alla nostra salute. Dovremmo rinunciare a tutte le tue cattive abitudini che sono dannose per il cervello e adottare quelle più sane. “Non appena imparerai ad amare il tuo cervello e ad eliminare le cattive abitudini, sarai in grado di utilizzare questo organo a pieno regime“, ha affermato il dott. Daniel G. Amen.

Certo, tutti noi sappiamo quali siano le abitudini salutari. Dovremmo mangiare in modo sano, dormire bene e avere una visione positiva della vita. Dovremmo costruire la vita su questo tipo di fondamenta. Ma riusciamo a seguirle davvero?