Un mese senza tabacco: tre consigli per prepararsi allo stop del fumo

In Francia, per il quarto anno consecutivo, a novembre sarà il #moissanstabac. Ecco perché è importante provare a smettere di fumare per 30 giorni.

In Francia, per il quarto anno consecutivo, a novembre sarà il #moissanstabac. In pratica, il Ministero della Salute prova a convincere i francesi a smettere di fumare per un mese, in forza del fatto che “una cessazione del fumo di 30 giorni moltiplica per 5 le possibilità di smettere definitivamente di fumare“, si legge su Topsante.com.

Per trascorrere meglio queste quattro settimane senza tabacco, i fumatori sono invitati a registrarsi su una piattaforma dedicata. Ciò per scegliere la strategia per smettere di fumare che si adatti meglio al loro rapporto con il tabacco, al livello di dipendenza e allo stile di vita.

I 3 consigli dell’esperto per preparare il mese senza tabacco

  • Scegli la tua strategia: il fumatore può utilizzare diversi metodi per smettere di fumare in maniera ‘comoda’. Infatti, tre trattamenti per smettere di fumare sono riconosciuti come efficaci: la terapia sostitutiva alla nicotina, le terapie comportamentali e cognitive e i trattamenti che agiscono sul sistema nervoso centrale (bupropione LP e vareniclina).
  • Avvertire chi ti circonda: poter contare sui cari per affrontare questo cambiamento di vita può essere di grande aiuto. Di conseguenza, occorre informarli e assicurarsi il loro apporto.
  • Preparare la tua casa: prima della data dell’inizio del mese senza fumo, si raccomanda di gettare via gli accendini, di nascondere i posacenere e tutto ciò che potrebbe ricordare il tabacco.

Perché non aderire al mese senza fumo anche in Italia?