Vaccino anti Covid-19, tumore regredisce in una donna di 61 anni

Donna di 61 anni con metastasi si sottopone al vaccino anti-Covid 19 e il tumore regredisce. La storia.

Una donna di 61 anni degli Stati Uniti si trovava in una fase metastatica di un tumore alle ghiandole salivari e in seguito al vaccino contro il Covid-19 – secondo quanto riporta un gruppo di ricercatori dell’MD Anderson Cancer Center di Houston in uno studio pubblicato sul «Journal for Immunotherapy of Cancer» – il tumore ha iniziato a regredire.

Vaccino anti Covid-19 e regressione tumorale

La donna statunitense di 61 anni aveva un tumore alle ghiandole salivari e a seguito della diagnosi di carcinoma mioepiteliale della parotide sinistra era stata operata e sottoposta a radioterapia per asportare la malattia.
Tuttavia, le cure erano state inefficaci: pochi mesi dopo, la comparsa di metastasi polmonari.

Lo stato di immunodepressione ha comportato – considerando l’allerta pandemia – la dovuta prevenzione tramite la vaccinazione contro il Covid-19.

Inaspettato il risultato: a seguito del vaccino anti Covid-19, la Tac ha dimostrato una diminuzione delle lesioni e un cambiamento nella composizione del tessuto tumorale arricchitosi al suo interno di cellule del sistema immunitario (linfociti B, linfociti T, cellule dendritiche e natural killer).

Come si può spiegare questo evento?

I medici hanno ipotizzato che: «L’intensa risposta infiammatoria stimolata dal vaccino potrebbe aver promosso una risposta antitumorale». Gli esperti guidati da Renata Ferrarotto, direttore del Dipartimento di Oncologia dei Tumori della Testa e del Collo dell’MD Anderson Cancer Center hanno hanno evidenziato anche la «Notevole riduzione del numero assoluto di cellule tumorali e della frazione di esse che proliferavano in maniera attiva».

Se volete restare aggiornati, seguiteci su Facebook cliccando qui.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Crisanti: “Green Pass da abolire dal 1° aprile”