Trattenere le ‘puzzette’ fa male alla salute, lo sapevi?

Scopri come mai trattenere la flatulenza non è il massimo per la salute.

Trattenere le ‘puzzette’ fa male alla salute: leggere queste parole può far sorridere, ma è la verità. Se sei curioso di sapere come mai, seguici nelle prossime righe e scopri alcune informazioni molto curiose.

trattenere le puzzette fa male

Flatulenza: perché non trattenerla

Prima di entrare nel vivo del motivo per cui trattenere le ‘puzzette’ fa male, vediamo di cosa si parla quando le si nomina. In questi casi, bisogna fare riferimento al meteorismo. Questo disturbo, come ricordato dagli esperti del gruppo Humanitas, si contraddistingue per la dilatazione dello stomaco causata da un eccessivo accumulo di gas.

L’eliminazione del gas in questione può avvenire in due modi. Il primo è l’eruttazione, il secondo, che stiamo trattando in queste righe, è la flatulenza. In entrambi i casi, si parla di manifestazioni fisiche non certo consone in pubblico.

Il motivo, soprattutto nel caso del peto, è molto chiaro: sia l’umore, sia l’odore non sono infatti il massimo. Nonostante questo, come già detto, è bene evitare di trattenere le ‘puzzette’. Il motivo è legato al fatto che, trattenendole, si impedisce allo stomaco di rilassarsi a seguito dei processi di digestione.

A lungo andare, l’aria che rimane nello stomaco a causa del meteorismo può provocare spasmi e crampi addominali, manifestazioni causate dalla presenza di sacche di aria che non hanno modo di fuoriuscire.

I rischi per il colon

A lungo andare, l’abitudine di trattenere le puzzette può rappresentare un rischio per il colon. Il quadro sopra ricordato, infatti, può comportare una maggiore probabilità di andare incontro a irritazione a livello della porzione di intestino sopra ricordata.

Le conseguenze non finiscono qui. Da ricordare, infatti, è il maggior rischio di avere a che fare con casi di stipsi. Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei motivi per cui non bisogna trattenere le ‘puzzette‘. In questo elenco è possibile ricordare il maggior rischio di infiammazioni dei diverticoli.

LEGGI ANCHE: Dado da cucina: fa male o no alla salute?

Come prevenire il meteorismo

Se proprio non si ha intenzione di trovarsi in situazioni imbarazzanti, ci si può impegnare nella prevenzione del meteorismo. Molto importante a tal proposito è fare attenzione all‘alimentazione, cercando, se possibile, di moderare cibi come il latte (lo stesso vale per i prodotti caseari freschi).

Tra gli altri alimenti utili al fini della prevenzione del meteorismo è possibile citare i cibi caratterizzati da un’alta quantità di grassi, così come i legumi e le castagne. Spazio libero alla carne, al pesce e a praticamente tutte le verdure. Per quanto riguarda la frutta, è da preferire l’assunzione di melone, mele e agrumi.

LEGGI ANCHE: Orata all’acqua pazza: la ricetta semplice e veloce.