Tetano: sintomi, complicazioni, trattamento e cause

Il tetano è una grave infezione batterica, potenzialmente letale, che si manifesta principalmente in contrazioni muscolari incontrollabili. Ecco cosa bisogna sapere.

0
tetano

Il tetano è una grave infezione batterica, potenzialmente letale, che si manifesta principalmente in contrazioni muscolari incontrollabili.

La malattia viene comunemente chiamata trisma perché spesso colpisce i muscoli della mascella e del collo. Fortunatamente, la malattia è rara nel mondo sviluppato ma chi non è vaccinato contro di essa e chi non ha eseguito i richiami come raccomandato hanno un rischio maggiore di contrarre l’infezione.

SINTOMI DEL TETANO

I sintomi del tetano possono cominciare a svilupparsi nel giro di pochi giorni fino a qualche settimana dopo che le spore di Clostridium tetani entrano nel corpo. I principali sintomi del tetano sono la rigidità muscolare e i crampi. Questi sintomi comunemente colpiscono la mascella, il collo, il petto, la schiena e i muscoli addominali.

Altri sintomi:

  • battito cardiaco accelerato;
  • alta pressione sanguigna;
  • febbre;
  • aumento della sudorazione;
  • difficoltà a deglutire.

[amazon_link asins=’8886893957,B07D3N27FK,B07CYQGP4W,B073CDLRRJ,B07CR41KW3,B00W0SINI6,B00NVMIO02,B078VZK1QS,B00ABL33MA,B01H9PXEJ2′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’8960225e-90b1-11e8-b1a7-cbcbf7a68fcc’]

COMPLICAZIONI DEL TETANO

Le complicazioni che possono derivare dal tetano possono essere gravi:

  • difficoltà di respirazione causata da spasmi delle corde vocali e muscoli che controllano la respirazione;
  • polmonite (infezione polmonare);
  • embolia polmonare;
  • aritmia;
  • fratture ossee che possono derivare dagli spasmi forti;
  • danno cerebrale causato da apporto insufficiente di ossigeno al cervello.

TRATTAMENTO DEL TETANO

Il trattamento del tetano dovrebbe cominciare immediatamente dopo la diagnosi.

A seconda della gravità dei sintomi, può comprendere:

  • vaccino contro il tetano (somministrato a tutti coloro che hanno ricevuto la diagnosi);
  • trattamento con antitossina – immunoglobulina del tetano (TIG);
  • antibiotici, ad es. penicillina;
  • rilassanti muscolari.

LE CAUSE

Le spore di batteri possono entrare nel corpo in questi modi:

  • ferite da puntura (esempi: calpestare un chiodo arrugginito, tatuarsi, perforarsi con strumenti non sterili);
  • fratture composte (quando l’osso rotto rompe la pelle);
  • ferite profonde contaminate da feci di animali e dalla saliva;
  • ferite necrotiche;
  • ustioni;
  • lesioni da schiacciamento.

Altre situazioni in cui l’infezione è improbabile ma potrebbe essere possibile:

  • essere morsi da un animale o un insetto;
  • ferite chirurgiche;
  • infezioni dentali;
  • ascessi o ulcere sul piede;
  • schegge.

VACCINO CONTRO IL TETANO

Il vaccino contro il tetano, che di solito viene somministrato nei primi mesi di vita, offre protezione dal tetano. Questo vaccino viene somministrato come vaccino combinato contro il tetano, la pertosse e la difterite (DTaP).

È necessario rispettare i richiami, poiché il vaccino non offre un’immunità permanente (circa ogni 10 anni).

Commenti