Sudafrica sospende il vaccino di AstraZeneca, non è efficace contro la variante

Il Sudafrica ha sospeso il lancio del vaccino di Oxford-AstraZeneca dopo che uno studio ha mostrato risultati «deludenti» contro la sua nuova variante del Covid-19.

Gli scienziati locali hanno affermato che il ceppo rappresenta il 90% dei nuovi casi di coronavirus nella nazione. Lo studio, che ha coinvolto circa 2.000 persone, ha rilevato che il vaccino offre «una protezione minima» contro i casi lievi e moderati di Covid-19.

Il Sud Africa – come ricordato dalla BBC – ha ricevuto un milione di dosi del vaccino AstraZeneca e avrebbe dovuto iniziare la sua campagna di vaccinazione la prossima settimana.

Parlando in conferenza stampa, il ministro sudafricano della Sanità Zweli Mkhize ha detto che il suo governo aspetterà ulteriori consigli su come procedere al meglio con il vaccino Oxford-AstraZeneca alla luce dei risultati dello studio, condotto dall’Università del Witwatersrand. Nel frattempo, ha detto il ministro, il governo offrirà alla popolazione i vaccini prodotti da Johnson & Johnson e Pfizer nelle prossime settimane.

Il professor Shabiir Madhi, che ha condotto lo studio, ha affermato che «sfortunatamente, il vaccino AstraZeneca non funziona contro i casi lievi e moderati», spiegando però che la ricerca non è stata in grado di indagare sull’efficacia del vaccino contro le infezioni più gravi. I partecipanti allo studio, infatti, avevano un’età media di 31 anni e non rappresentavano il gruppo demografico più a rischio di sintomi gravi del virus, ha precisato l’esperto.

La professoressa Sarah Gilbert, principale sviluppatrice dei vaccini di Oxford, ha affermato da parte sua che il vaccino di Oxford-AstraZeneca dovrebbe, comunque, proteggere dai contagi con sintomi gravi. Secondo l’esperta probabilmente gli sviluppatori di Oxford-AstraZeneca metteranno a punto una versione modificata del vaccino contro la variante sudafricana del virus, nota anche come 501.V2 o B.1.351, entro la fine dell’anno.

Il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha affermato che l’emergere di nuove varianti di Covid-19 ha sollevato dubbi sul fatto che i vaccini esistenti funzioneranno o meno, definendo «notizie preoccupanti» che i vaccini sviluppati finora possano essere meno efficaci contro la variante rilevata per la prima volta in Sud Africa.

In conferenza stampa, ha detto che la decisione del Sudafrica di sospendere la sua campagna di vaccinazione con il farmaco Oxford/AstraZeneca è un «promemoria sul fatto che dobbiamo fare tutto il possibile per ridurre la circolazione del virus con misure di salute pubblica comprovate».