Si fa un bagno nell’acqua dolce e la sua vescica si calcifica: il responsabile è un parassita

Giocare in acqua ai bambini piace e tanto, indipendentemente dalla parte del mondo in cui vivono. In alcuni Paesi, però, i bambini possono contrarre infezioni, tra cui la schistosomiasi.

Giocare in acqua ai bambini piace e tanto, indipendentemente dalla parte del mondo in cui vivono. In alcuni Paesi, però, i bambini possono contrarre infezioni, tra cui la schistosomiasi.

La schistosomiasi è un’infezione parassitaria che si verifica quando le persone o le lumache vengono infettate dai vermi del genere Schistosoma che si trovano nell’acqua dolce (stagni, laghi e fium).

Il parassita può sopravvivere nell’acqua fino a 48 ore, entrando nel corpo di una persona attraverso la pelle.

Questo semplice metodo di trasmissione ha portato un uomo di 43 anni a essere infettato dal parassita, come riporta un caso di studio del 2016 pubblicato sul New England Journal of Medicine.

Il parassita, però, non è stata la peggiore della sua esperienza. Quando l’uomo ha cominciato a soffrire di ‘viaggi’ dolorosi in bagno e di sangue nelle urine, i medici hanno capito che aveva un grave problema alla vescica.

È stato, infatti, rivelato che la vescica dell’uomo era completamente racchiusa nel calcio insieme ad altre calcificazioni nell’uretere e nell’intestino. Inoltre, i medici hanno osservato il calcio intorno alle vescicole seminali, che immagazzinano la maggior parte del liquido che costituisce lo sperma.

Questo modello di calcificazione è tipico della schistosomiasi genito-urinaria cronica e gastrointestinale, in cui le larve del parassita schistosoma si depositano sulle pareti degli organi e si calcificano“, hanno scritto i dottori Pankaj Nepal e Devendra Kumarthe.

Quest’infezione, infatti, causa delle calcificazioni intorno agli organi genitorali o nel tratto digestivo. Ciò perché le uova del parassita penetrano tramite la pelle e si depositano negli organi, venendo poi circondate dal calcio nel corso del tempo.

Il dottor Ronald Blanton ha detto a Live Science che l’estensione della calcificazione di quest’uomo suggerisce che il parassita potrebbe aver vissuto decenni dentro di lui.

Questo parassita infetta oltre 200 milioni di persone in tutto il mondo ed è comune nelle seguenti zone del mondo:

  • Africa
  • Sud America
  • Medio Oriente
  • Cina meridionale
  • Sud-est asiatico
  • Filippine
  • Caraibi (a basso rischio)

Tuttavia, nuotare in piscine adeguatamente trattate è ritenuto sicuro.