Sei sempre stanco? Può essere il segno di una malattia grave

Dal momento che la stanchezza è un sintomo universale e difficile da valutare dal punto di vista medico, spesso gli si dà poco conto.

Foto di mohamed Hassan da Pixabay

Dal momento che la stanchezza è un sintomo universale e difficile da valutare dal punto di vista medico, spesso gli si dà poco conto.

Tuttavia, sebbene la stanchezza sia spesso temporanea e curabile, con i sbadigli indesiderati che sono gli unici sintomi leggermente fastidiosi, gli esperti sottolineano che se peggiora o impedisce improvvisamente di fare quello che vogliamo, potrebbe essere un segno di un problema di salute.

La prima causa di stanchezza è la più ovvia: la mancanza di sonno. Secondo uno studio pubblicato nel 2019 sul Bollettino Epidemiologico Settimanale (BEH) dell’agenzia di sanità pubblica francese, più di un terzo dei francesi (35,9%) dorme meno di 6 ore a notte, mentre la raccomandazione è dormire almeno 7 ore.

Questa privazione del sonno è dannosa per la salute perché è associata a un maggior rischio di obesità, diabete di tipo 2, ipertensione, malattie cardiache e incidenti stradali.

Se si verifica una stanchezza eccessiva e anormale, è meglio consultare un medico. Inoltre, è importante notare che gli operatori sanitari a volte non hanno una formazione in medicina del sonno. Per questo motivo la stanchezza non è sempre considerata un sintomo grave.

La stanchezza costante può anche nascondere le notti rovinate dall’apnea notturna. Questo disturbo, che si manifesta come le interruzioni involontarie della respirazione durante il sonno, è più evidente nelle persone in sovrappeso.

In conclusione, la stanchezza non dovrebbe essere trascurat  poiché può rivelarsi un sintomo grave che nasconde una malattia altrettanto grave. Quindi, se la fatica persiste in modo anomalo, si raccomanda di consultare un medico.

LEGGI ANCHE: 4 rimedi naturali per sbarazzarci delle occhiaie.