Sangue nelle caccole, c’è da preoccuparsi?

Può essere pericolosa la presenza di tracce di sangue nelle caccole? Scoprite la risposta in questo articolo.

sangue nelle caccole

A volte può capitare di ritrovare delle tracce di sangue nelle proprie caccole. Ma questo fenomeno segnala qualcosa di preoccupante? Vi risponderemo in questo articolo.

Tracce di sangue nelle caccole

Il colore del muco all’interno del tuo naso può forniti informazioni utili sul tuo stato di salute.
Infatti, le perdite nasali bianche, gialle o verdi potrebbero segnalare l’inizio di una malattia da raffreddamento o, addirittura, la presenza di un’infezione.

Ma cosa significa quando il muco presenta delle tracce rossastre? Sebbene nella maggior parte dei casi le cause sottostanti siano banali, a volte queste perdite di sangue (chiamate epistassi) possono indicare qualcosa di più serio ed essere associate ad un problema di salute.

Di seguito, vi parleremo di alcuni motivi che comportano questo fenomeno.

Ti soffi il naso troppo forte

Se ti soffi il naso troppo forte, rischi di provocare una fuoriuscita di sangue dal naso.
Ciò accade perchè “la mucosa nasale è molto delicata e ha un afflusso di sangue molto ampio“, come afferma il dottor Philip Chen, professore associato di otorinolaringoiatria e rinologia presso il Center for Health Sciences dell’Università del Texas.
Quando ti soffi il naso pesantemente, la pressione sanguigna aumenta in modo rapido e significativo“, spiega il medico.

Questo improvviso aumento della pressione può rompere o strappare alcuni dei fragili vasi sanguigni, che riversano piccole quantità di sangue nel muco nasale. Per riparare i vasi sanguigni danneggiati, è possibile idratare i condotti nasali con un umidificatore oppure con uno spray nasale salino o, ancora, con dei gel nasali salini.

La tua cavità nasale è secca o irritata

Se vivi in ​​un ambiente troppo secco o arido, potresti ritrovarti più facilmente con tracce di sangue nel muco. Lo stesso dottor Chen afferma che questo accade perché i climi secchi causano nasi secchi e irritati.

Ogni volta che respiriamo, l’aria secca tende ad asciugare il muco che normalmente è presente all’interno del nostro naso, con la conseguenza di irritare il rivestimento nasale.
L’aria secca può anche essere causata dall’accensione del condizionatore o, peggio ancora, dal riscaldamento“, aggiunge il medico texano. “Ecco perché le epistassi sono più comuni in inverno“, conclude.

Se ogni mattina trovi delle tracce di sangue secco nel naso, è molto probabile che l’aria nella tua stanza sia troppo secca. Anche in questo caso, potrebbe esserti d’aiuto inumidire le cavità nasali con umidificatori, spray o gel salini.

LEGGI ANCHE: Cos’è la prostata? E quali sono i sintomi del cancro?