Sai cos’è la clinomania? La voglia di stare a letto…

Avere passare tutto il giorno a letto può succedere a tutto in un momento particolarmente difficile della vita. Quando questo succede tutti i giorni?

Almeno una volta nella vita, in un momento di forte stress, di delusione, di lutto, di angoscia, sarà successo di sentirsi senza forze ed energie ed avere avuto voglia di passare un’intera giornata a letto. Nulla di strano, tutto nella norma. Il problema nasce quando si ha la costante voglia di stare a letto. In questo caso di parla di clinomania ed è spesso associata ad una depressione di fondo.

Clinomania, il letto come rifugio

Sfuggire dalle responsabilità della vita e non adeguarsi mai agli impegni quotidiani, annidarsi tra le lenzuola, quella copertina di linus che dà sicurezza, è una protezione irrinunciabile forse da quell’infanzia perduta? Se hai il desiderio di rimanere a letto tutto il giorno soffri di clinomania, conosciuta anche con il nome di disania, una malattia cronica del comportamento tipica di chi soffre di depressione.

Il solo pensiero di alzarsi porta ansia, non si ha la forza di affrontare la vita, la fonte di rassicurazione e accudimento è il letto, sono le lenzuola, è la morbidezza del materasso che somiglia un po’ a quella morbidezza che si vorrebbe sentire dalla vita e che si è persa.

Si perde il contatto con la realtà e non nel senso psicotico ma nel senso relazionale, sociale, lavorativo. Si può soffrire di depressione o da sindrome di affaticamento cronico.

Dal punto di vista medico la clinomania non è ancora riconosciuta ma è un problema di salute molto grave che compromette la qualità della vita e il benessere psico-fisico. Non esporsi alla luce del sole, ad esempio, può creare problemi al ritmo sonno-veglia alimentando i disturbi del sonno già tipici della depressione.

Cosa bisogna fare?

Cercare aiuto è il miglior modo per affrontare questa difficolta, seppur momentanea. Rivolgersi ad uno psicoterapeuta aiuta ad aumentare la consapevolezza di sé e a comprendere tutti quei motivi e quelle difficoltà che hanno bloccato il procedere della vita.