Rischio Listeriosi, ritirato salame fresco dagli scaffali dei supermercati

È per il rischio microbiologico che è stato ritirato un lotto di salame fresco Spianata Romana.

0

È per il rischio microbiologico derivato dalla presenza di Listeria monocytogenes, un batterio solitamente presente nel suolo, sull’acqua e nella vegetazione, che è stato ritirato un lotto di salame fresco Spianata Romana dal mercato per opera del Ministero della Salute.

Il richiamo segnalato dal dicastero, lo ha anticipato Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, in data 18 aprile.

L’Italia, infatti, ha attivato il Sistema rapido di allerta europeo (Rasff n° 1053.2018 del 18.04.18) avvisando le autorità sanitarie di Bulgaria, Germania, Moldavia, Polonia e Romania circa la presenza di Listeria monocytogenes.

Il batterio individuato è responsabile della listeriosi, malattia che porta a infezioni del sistema nervoso centrale (meningite, meningoencefalite, ascesso cerebrale, cerebrite) e batteriemia nei soggetti immunocompromessi, in donne in gravidanza e in soggetti come neonati e anziani; provoca gastroenterite in persone sane che sono state gravemente infettate.

Il lotto di produzione in questione è il numero 4817, commercializzato dalla STELLA 81 Spa. Il marchio di identificazione dello stabilimento del produttore del lotto contaminato è CE IT 1342 L. Il produttore è STELLA 81 Spa, che ha sede a Concarise (VR) via Volta n 45. La data di scadenza del lotto è fissata al 05/05/2018, e l’unità di vendita è di 2 chili e due.

Chiunque abbia acquistato quindi il prodotto descritto ha l’obbligo di riconsegnarlo al punto vendita in cui l’ha preso.

LISTERIOSI: SINTOMI E QUANDO ANDARE DAL MEDICO (LEGGI QUI)

Commenti