Rimossa lente a contatto dopo 28 anni, pensava fosse caduta

A una donna è stata rimossa una lente a contatto che pensava fosse caduta dopo 28 anni.

0

A una donna è stata rimossa una lente a contatto che pensava fosse caduta dopo 28 anni.

L’incredibile scoperta è stata fatta dai dottori di Dundee (Scozia) dopo che la paziente – che oggi ha 42 anni – si lamentava di un gonfiore all’occhio.

La lente è stata trovata in una ciste che si è infiammata dopo più di un quarto di secolo.

La donna era stata colpita negli occhi da un volano (il ‘proiettile’ impiegato nel gioco del badminton) quando aveva 14 anni e si presumeva che la lente fosse andata distrutta dopo l’impatto.

Il caso insolito è stato riportato sulla rivista medica The BMJ.

I ricercatori dell’ospedale di Ninewells hanno effettuato una risonanza magnetica dopo che la donna è stata indirizzata dal Dipartimento di oftalmologia dal suo medico di famiglia.

La paziente presentava gonfiore e ptosi della palpebra superiore sinistra (una palpebra cadente), secondo i medici Sirjhun Patel, Lai-Ling Tan ed Helen Murgatroyd.

Le immagini hanno rivelato una cisti a forma di ovoide lunga circa 8 mm ma non c’era alcuna evidenza di qualcosa al suo interno.

Quando i chirurghi hanno rimosso il nodulo, la cisti si è rotta e ha rivelato il contenuto.

Il dott. Patel e i colleghi hanno scritto: “La madre della paziente ha ricordato che quando era bambina aveva subito un trauma contusivo alla palpebra superiore sinistra. La paziente è stata colpita nell’occhio sinistro con un volano mentre stava giocando a badminton quando aveva 14 anni. La paziente indossava una lente a contatto RGP (rigide gas permeabili) che non è mai stata ritrovata. Si presumeva che la lente a contatto si fosse staccata dall’occhio e persa“.

Il documento spiega che la donna subì un gonfiore agli occhi dopo l’incidente ma che l’infiammazione fu trattata con successo dal suo medico di famiglia.

[amazon_link asins=’B0055HY2TS,B00LFVQZKC,B002Y0HIWC,B077DJ6W4X,B0714CHTFW,B01NC25NW5,B07B8KQ3SB,B01LXCIZ9Z,B06ZYH8YL8′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’335d935c-a2b9-11e8-b7f3-cfba18f07721′]

La paziente non aveva mai indossato le lenti RGP dopo l’incidente.

I ricercatori hanno affermato: “Possiamo dedurre che la lente RGP è migrata nella palpebra superiore sinistra della paziente al momento del trauma ed è stata in situ negli ultimi 28 anni“.

Il team ha aggiunto: “La migrazione di una lente rigida permeabile al gas (RGP) nella palpebra è una rara causa di gonfiore delle palpebre. La migrazione spontanea di una lente a contatto ella palpebra è un evento relativamente noto ma siamo stati in grado di scoprire solo quattro casi riportati di migrazione della lente secondaria. Questo caso clinico mostra il tempo più lungo tra la migrazione traumatica della lente RGP nella palpebra e la presentazione del gonfiore palpebrale“.

Commenti