Rimedi naturali per eliminare i fibromi penduli

Detti anche porri, i fibromi penduli sono benigni e possono essere eliminati grazie a diversi rimedi naturali. Scopriamo i principali.

I fibromi penduli, spesso chiamati porri, sono delle escrescenze cutanee benigne che si formano in diverse parti del corpo. Anche se non sono pericolosi per la salute, possono rivelarsi fastidiosi dal punto di vista estetico. Per questo motivo, è opportuno impegnarsi per capire come eliminarli. Nelle prossime righe, abbiamo selezionato alcuni consigli che potrebbero rivelarsi utili al proposito.

Aceto di mele

Questo metodo naturale per eliminare i fibromi penduli è molto semplice. Per gestirlo bisogna semplicemente prendere un batuffolo di cotone e inumidirlo con l’aceto di mele. Il passo successivo prevede il fatto di premerlo sul fibroma un paio di volte al giorno. Dopo 4 settimane circa, il fibroma assume un colore nero e si stacca dalla pelle.

LEGGI ANCHE: A cosa servono le sopracciglia?

Olio di origano

Un’altra alternativa per togliere i fibromi penduli prevede il ricorso all’olio di origano. Per dare vita a una miscela efficace, è consigliabile mischiare quest’olio con quello di cocco. Una volta creata la miscela – la proporzione deve tenere conto della prevalenza dell’olio di cocco – con un cotton fioc bisogna picchiettare l’escrescenza.

Dopo qualche settimana, esattamente come nel caso dell’aceto di mele, si potrà notare un suo progressivo seccarsi. Un aspetto sul quale è bene soffermarsi riguarda la delicatezza. Non bisogna infatti dimenticare che si tratta di prodotti che, in caso di pelle delicata, possono provocare delle irritazioni.

Filo di seta

Proseguendo con l’elenco dei rimedi utili a eliminare i fibromi penduli in maniera naturale, è doveroso fare cenno al metodo del filo di seta. Si tratta di un rimedio della nonna che, se l’escrescenza è piccola, permette di ‘strozzare’ il capillare che la nutre.

Se il fibroma pendulo è grande, è il caso di contattare il medico che, con una legatura professionale, tramite una fascia sottile, procede a ‘uccidere’ l’escrescenza facendola successivamente cadere in maniera naturale. Per vedere risultati, sono necessari alcuni giorni.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, le conseguenze dell’isolamento sulla pelle