“Variante Omicron del Covid-19 è la minaccia più significativa”

Il capo dell'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha definito Omicron "la minaccia più significativa" dall'inizio della pandemia.

Variante Omicron del Covid-19
Variante Omicron del Covid-19.

Il capo dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha definito la variante Omicron del coronavirus “probabilmente la minaccia più significativa” dall’inizio della pandemia: si aspettarsi un tasso di crescita “sbalorditivo” nei prossimi giorni.

Come riportato su The Guardian, la dottoressa Jenny Harries ha detto oggi, mercoledì 15 dicembre, che è ancora troppo presto per giudicare il rischio potenziale della nuova variante di Covid-19 ma ha avvertito che il contagio sta “crescendo più velocemente”.

Il suo duro avvertimento è arrivato dopo che il consigliere più anziano del governo per la salute pubblica, la dottoressa Susan Hopkins, ha detto ai parlamentari che le infezioni da Omicron in Gran Bretagna potrebbero raggiungere 1 milione al giorno entro la fine del mese.

“È probabilmente la minaccia più significativa che abbiamo avuto dall’inizio della pandemia e sono sicura che, ad esempio, i numeri che vedremo nei prossimi giorni saranno piuttosto sbalorditivi rispetto al tasso di crescita che abbiamo visto nelle varianti precedenti”, ha detto la dott.ssa Harries.

“Il vero rischio potenziale – e lo sottolineo perché stiamo ancora imparando molto sulla variante – è in relazione alla sua gravità clinica. Quindi, se quei casi si trasformano in malattie gravi, ricoveri e decessi. È ancora troppo presto per questo”.

La dott.ssa Harries ha affermato che nella maggior parte delle Regioni del Regno Unito il tempo di raddoppio del contagio è ora “meno di due giorni” e che il tasso di crescita si fa sentire, in particolare, a Londra e Manchester.

E ha aggiunto: “Siamo molto sicuri che ci siano livelli di crescita nella maggior parte delle comunità nel Regno Unito, anche se ci sono ancora molte variazioni regionali”.

Intanto, record assoluto di nuovi casi Covid in Gran Bretagna: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 78.610 contagi, mai così tanti dall’inizio della pandemia. Il record precedente era stato fissato l’8 gennaio con 68.053 positivi in un giorno. I decessi odierni sono stati 165.

LEGGI ANCHE: Omicron, perché una variante più contagiosa può fare più morti