Quanto tempo impiega il nostro organismo a eliminare l’alcol?

L'eliminazione dell'alcol è legata alla quantità di cibo assunta e all'efficienza del fegato. Scopriamo assieme come calcolare i tempi.

Quanto tempo impiega l’organismo a smaltire l’alcol? Sono tante le persone che si pongono questa domanda. Nelle prossime righe, vediamo assieme la risposta.

Quanto tempo ci vuol per eliminare l’alcol

Nei casi in cui l’alcol viene assorbito rapidamente dal nostro corpo, raggiunge i massimi livelli nel sangue circa 30 minuti dopo il consumo a stomaco vuoto. Nei casi in cui si consuma nel corso di un pasto, si parla di circa un’ora. Una volta assorbito, il sangue entra nel circolo ematico e viene pian piano eliminato dal fegato.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: l’OMS sconsiglia di bere alcol durante la pandemia

Cos’è e come funziona la curva di Widmark

Per capire in quanto tempo il nostro corpo elimina l’alcol, è il caso di chiamare in causa la cosiddetta curva di Widmark. Secondo la regola che la vede al centro dell’attenzione, la concentrazione dell’alcol nell’organismo umano ha un andamento che tende a crescere nel lasso di tempo compreso tra i 20 e i 60 minuti dall’assunzione.

La velocità di assorbimento non è costante. Entrando nel dettaglio, ricordiamo che il picco nel sangue viene raggiunto tra i 5/10 minuti dall’assunzione a stomaco vuoto. In caso di alcol assunto durante un pasto, invece, si parla di 40 minuti.

Una volta trascorsi 10 minuti dal picco ematico, si raggiunge un equilibrio tra la concentrazione di alcol nel sangue e la sua presenza nel fegato, nei reni e nel cervello. Quando si raggiunge questo punto, inizia la fase di smaltimento. In questo frangente, è cruciale l’efficienza del fegato.

I parametri della teoria di Widmark parlano di una velocità di smaltimento pari a circa 7 grammi all’ora. Ciò significa che il livello di alcol nel sangue tende a diminuire di circa 0,15 g/L per ogni singola ora.

Nei casi in cui dopo aver bevuto si valuta quando tornare al volante, è il caso di prendere come punto di partenza il momento in cui si raggiunge il massimo livello di alcol nel sangue (non vale il momento dell’assunzione dell’ultimo drink).

Un altro aspetto da considerare riguarda il fatto che strategie spesso reclamizzate sui social, come per esempio il caffè salato, non sono assolutamente efficaci nell’eliminazione dell’alcol.

LEGGI ANCHE: Bere alcol a stomaco vuoto: gli effetti sull’organismo