Quanto sale dovremmo consumare ogni giorno secondo la Scienza?

Consumare troppo sale è pericoloso per la salute cardiovascolare. Scopriamo le raccomandazioni degli esperti in merito alle dosi quotidiane.

Sono numerosi gli interrogativi relativi all’alimentazione quotidiana sui quali è bene fare chiarezza. Tra questi, rientra la quantità di sale che si dovrebbe consumare ogni giorno. A fornire la risposta ci ha pensato un recente studio scientifico.

LEGGI ANCHE: Flatulenza: attenzione all’eccesso di sale nell’alimentazione di tutti i giorni

Quanto sale mangiare ogni giorno: la risposta degli esperti

Quando si parla della quantità di sale da consumare ogni giorno, è il caso di citare i parametri dell’OMS, che parlano di un dosaggio che non dovrebbe mai superare i 5 grammi quotidiani.

A fornire parametri più precisi ci ha pensato un recente studio, che ha monitorato le condizioni di un campione di 2.974 persone di età compresa tra i 30 e i 54 anni. A un follow up di 25 anni, è stato possibile scoprire un collegamento tra un’assunzione mediana di sodio di 12,9 mg/d e un rischio più alto di andare incontro a patologie di natura cardiovascolare.

Questo lavoro scientifico, seppur interessante, è stato commentato da diversi esperti che ne hanno sottolineato i limiti. Tra questi rientra la Dottoressa Feng He, ricercatrice presso la Queen Mary University di Londra. L’esperta ha sottolineato che i dati su cui si basa lo studio sopra citato possono considerarsi parzialmente distorti.

Il motivo principale riguarda il fatto che tutto si basa su campioni di urina, materiale biologico attraverso il quale l’organismo umano espelle circa il 90% del sale che consuma. A suo dire, il miglior modo per avere un parametro effettivo della quantità di sale consumata da una persona prevede il fatto di prelevare campioni di urina in tre periodi consecutivi nell’arco delle 24 ore della giornata. C’è chi contesta in generale il metodo di utilizzo dei campioni di urina, la cui composizione chimica può essere influenzata dalla presenza di altre sostanze.

Quali sono, allora, le indicazioni da seguire? In un suo recente articolo comparso sul sito theconversation.com, Feng He ha affermato che una graduale riduzione dell’assunzione di sale come raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità rappresenta una strategia realizzabile, economica ed efficace per prevenire le malattie cardiovascolari.

LEGGI ANCHE: Olive, attenzione al sale: il nemico numero 1 della nostra salute