Pregliasco: “I casi di Covid-19 saliranno” e spiega il perché

Covid-19. Fabrizio Pregliasco, virologo dell'università degli Studi di Milano, intervenuto ad Agorà su Rai3, ha fatto il punto della situazione.

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano, intervenuto ad Agorà su Raitre, ha affermato che con la riapertura delle scuole «sicuramente ci sarà un rialzo del numero di casi» di positività al nuovo coronavirus, anche perché la ripresa dell’anno scolastico «coincide con l’autunno» e quindi con il ritorno degli altri virus respiratori e dell’influenza.

LEGGI ANCHE: “Il vaccino russo produce anticorpi contro il Covid-19”

L’esperto ha sottolineato che, «mentre la probabilità di una seconda ondata» di Covid-19 resta «un aspetto teorico, l’influenza ci sarà, potrebbe nascondere» le infezioni da Sars-CoV-2 e ne «faciliterà l’aumento. Così come le temperature», considerando che notoriamente «gli sbalzi termici favoriscono tutti i virus respiratori e anche il coronavirus».

Il direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano ha osservato che per ora «abbiamo una situazione di andamento endemico» di Covid-19 e «ci sarà un’ondulazione a mio avviso verso l’alto. La tendenza, seppur con numeri assoluti bassi, è ormai costante da settimane» e, complici «gli sbagli termici, la riapertura» delle attività e «la distanza dalla fine del lockdown» che ha ‘chiuso’ il Paese, «dobbiamo aspettarci la ripresa di un iceberg. Noi all’inizio, quando tutto di un botto questa malattia si è evidenziata in modo epidemico – ha ricordato l’esperto – abbiamo visto solo la parte più brutale della malattia. Ora questo iceberg, che comprende i casi più importanti» di infezione e «la gran quota di casi asintomatici o con poca sintomatologia, sta ricrescendo» perché «la tendenza del virus è quella di riprendere il più possibile terreno e persone da colpire».

LEGGI ANCHE: Come il coronavirus conquista un cellula umana.