Picco di casi di scarlattina: i sintomi dell’infezione

La scarlattina sta raggiungendo livelli di infezione mai visti dagli anni 60 ad oggi. Ecco perché è importante che i genitori conoscano i sintomi di questa malattia.

0

La scarlattina sta raggiungendo livelli di infezione mai visti dagli anni 60 ad oggi. Ecco perché è importante che i genitori conoscano i sintomi di questa malattia.

A tal proposito, la Public Health England – il dipartimento della Salute inglese – ha annunciato che i casi di scarlattina sono aumentati nelle ultime tre settimane e persino raddoppiati dall’inizio del 2018.

Ci sono stati 735 casi di scarlattina in Inghilterra e in Galles durante la settimana che si è conclusa il 28 gennaio, il più grande focolaio settimanale da aprile 2017.

L’infezione, che è più comune tra i bambini di età compresa tra due e otto anni, provoca sintomi come eruzioni cutanee, febbre, puntini rossi sulla lingua e mal di gola.

La scarlattina colpisce soprattutto nei mesi invernali e primaverili.

Se trattata tempestivamente, la malattia non determina sintomi spiacevoli.

LA SCARLATTINA

La scarlattina è una malattia batterica che colpisce principalmente i bambini.

Provoca un’eruzione cutanea dal colore tipicamente scarlatto, da cui la patologia prende il nome.

La malattia è causata dal batterio Streptococcus pyogenes, che si trova sulla pelle e in gola.

I primi sintomi di scarlattina includono il mal di gola e la febbre che possono essere accompagnati da mal di testa, nausea e vomito.

12, 48 ore dopo si sviluppa una caratteristica eruzione cutanea che spesso appare prima sul petto o sullo stomaco.

Altri sintomi includono un rivestimento bianco sulla lingua, che si rimpicciolisce alcuni giorni dopo, lasciando la lingua rossa e gonfia.

I casi sono più comuni nei bambini, anche se gli adulti di tutte le età possono anche sviluppare la scarlattina.

In caso di presenza di sintomi, consultare un medico.

Commenti