Perché i gatti mordono le caviglie dei padroni?

Secondo gli esperti, dietro al comportamento dei gatti che mordono le caviglie c'è innanzitutto noia, ma anche fattori come la gratitudine.

Chi ha in casa un micio lo sa. Molto spesso, i gatti tendono a mordere le caviglie dei propri padroni. Come mai lo fanno? Nelle prossime righe, cerchiamo di capire qualcosa di più in merito.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: due gatti positivi negli Stati Uniti d’America

Agguati del gatto alle caviglie: a cosa sono dovuti?

Uno dei fattori che portano il gatto ad ‘attaccare’ alle caviglie gli umani con cui condivide la vita è la noia. Esistono degli aspetti che, in ogni caso, favoriscono questo comportamento da parte del gatto. Tra questi è possibile citare il fatto di passare parecchio tempo da solo. Un altro fattore che senza dubbio influisce sulla noia del nostro amico felino è la penuria di oggetti ad hoc da utilizzare per i momenti di gioco.

In circostanze simili, è molto probabile che il micio, trovando nulla o poco da fare, decida di sforgarsi tendendo dei piccoli agguati alle caviglie del padrone. In linea di massima, la risposta principale alle domande su come mai i gatti tendano a mordere le caviglie dei padroni è la noia. Non bisogna però trascurare anche le possibili altre cause. In questo novero è possibile includere il tentativo di dimostrare affetto. In questi casi, secondo gli esperti significa che c’è stato qualche problema relativo alla socializzazione.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a elencare i motivi per cui il fatto mordicchia le caviglie dei padroni. Da non dimenticare, per esempio, è la dimostrazione di gratitudine dopo aver ricevuto la pappa. Se si ha intenzione di far cessare questo comportamento, è bene evitare sgridate o punizioni: il gatto che tenta di attirare l’attenzione del padrone, davanti a queste reazioni sa di aver raggiunto i suoi obiettivi.

LEGGI ANCHE: Problemi di cuore nel gatto: i sintomi da non trascurare