Osteoartrite: cos’è, diagnosi e trattamento

L'osteoartrite è una malattia causata dall'usura della cartilagine che provoca dolori articolari e limita i movimenti. Ecco cosa è meglio sapere.

0

L’osteoartrite è una malattia causata dall’usura della cartilagine che provoca dolori articolari e limita i movimenti. La sua frequenza aumenta con l’età.

Le articolazioni colpite sono quelle delle dita, delle ginocchia (gonartrosi), dei fianchi (artrosi dell’anca) e delle articolazioni della schiena. L’osteoartrosi del ginocchio è tre volte più comune di quella dell’anca. Tra i 65 e i 75 anni, il 10% delle persone è affetto da artrosi dell’anca e il 30% da quella del ginocchio.

Nell’osteoartrosi, la velocità con cui viene degradata la cartilagine è maggiore della velocità di formazione della nuova cartilagine. Nel corso del tempo, quando la cartilagine viene distrutta, si formano piccole crescite ossee sulle articolazioni che prendono il nome di osteofiti.

Diagnosi e trattamento dell’osteoartrite

Come si apprende da Futura-Sciences.com, i sintomi dell’osteoartrite sono dolori articolari, aumento della rigidità e gonfiore alle articolazioni.

Il medico effettua una diagnosi basata sull’esame clinico del paziente e sui raggi X delle articolazioni colpite. Il trattamento dell’osteoartrite passa attraverso gli antidolorifici per calmare il dolore. Si consiglia l’esercizio fisico.

Le iniezioni di acido ialuronico nello spazio articolare possono rallentare l’erosione delle superfici articolari. Sono anche possibili le infiltrazioni di corticosteroidi per ridurre il dolore.

Diversi fattori favoriscono l’artrosi. Ad esempio, per quanto concerne le artrosi del ginocchio e dell’anca, le donne sono più colpite dopo la menopausa; sovrappeso, diabete, fattori genetici e artrite reumatoide favoriscono l’insorgenza dell’osteoartrite.

La perdita di peso può, quindi, alleviare il dolore dell’osteoartrosi del ginocchio e dell’anca.

In alcuni casi è anche possibile un trattamento chirurgico con la protesi ma dopo è necessario un periodo di riabilitazione.

Commenti