OMS: “Covid-19 ha infettato il 10% della popolazione mondiale”

Il nuovo coronavirus potrebbe avere infettato circa una persona su 10 a livello globale. Lo ha detto un funzionario dell'OMS.

Photo by Martin Sanchez on Unsplash

Il nuovo coronavirus potrebbe avere infettato circa una persona su 10 a livello globale, il che significa che la maggior parte del mondo resta vulnerabile al Covid-19.

Lo ha detto un funzionario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), riportato dalla CNN.

Mike Ryan, direttore del Programma di emergenza sanitaria dell’OMS, in una riunione del consiglio esecutivo dell’OMS, ha affermato: «Le nostre migliori stime attuali ci dicono che circa il 10% della popolazione mondiale potrebbe essere stata infettata dal virus».

«Il dato varia a seconda del Paese, varia da urbano a rurale, varia tra i diversi gruppi. Ma ciò significa che la stragrande maggioranza del mondo resta a rischio», ha aggiunto Ryan

In totale, ci sono più di 35,5 milioni di casi di Covid-19 confermati a livello globale, secondo il monitoraggio della Johns Hopkins University, ma l’OMS e altri esperti sostengono che è una sottostima. Ad esempio, durante l’estate, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno affermato che i casi negli USA erano stati sottostimati di almeno il 90%.

Con una popolazione globale di circa 7,7 miliardi di persone, la stima dell’OMS significherebbe che circa 770 milioni di persone sono stati infettate ma la maggior parte non è stata diagnosticata o conteggiata.

Ryan ha osservato ieri, lunedì 5 ottobre, che nel Sud-est asiatico si continua ad assistere a un aumento dei casi, mentre in Europa e nelle regioni del Mediterraneo orientale c’è un aumento dei casi e dei decessi. Però, la situazione in Africa e nel Pacifico occidentale è «attualmente positiva».

LEGGI ANCHE: Covid-19 in Italia, il ministro Speranza: “Tendenza in peggioramento”