Misteriosa polmonite di natura virale si sta diffondendo in Cina

Le autorità sanitarie hanno avviato un’indagine sulla diffusione di una misteriosa polmonite di natura virale con decine di persone colpite nella città di Wuhan, nel centro della Cina.

Secondo quanto riportato dalla BBC, in totale i casi confermati sono quarantaquattro, di questi undici sono considerati «gravi». Lo hanno precisato le autorità locali nelle scorse ore.

L’allerta ha indotto gli aeroporti di Singapore e Hong Kong a introdurre un protocollo apposito per i viaggiatori provenienti dalla città cinese interessata. Online, intanto, si sono diffusi timori che il virus possa essere legato alla Sars, la cui diffusione originata in Cina fra il 2002 e il 2003 causò la morte di settecento persone.

Poiché la Cina è una meta assai attrattiva e frequentata da nostri connazionali, Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’, invita tutti i turisti e viaggiatori che vi si recano in quell’area geografica ad osservare tutte le misure di prevenzione e profilassi per evitare il contagio. La polizia di Wuhan ha fatto sapere che otto persone sono state sanzionate per la diffusione di false informazioni via internet.

Al momento, come riportato sul Corriere della Sera (dove si dice che è stata esclusa la possibilità che sia la Sars), non ci sarebbe stata alcuna trasmissione da uomo a uomo anche se un certo numero delle persone infettate dal virus misterioso ha lavorato nello stesso mercato del pesce della città, che è stato disinfettato.

Gli epidemiologi di tutto il mondo sono preoccupati e attendono notizie più precise su quello che potrebbe essere un nuovo virus.

LEGGI ANCHE: Influenza – Gennaio 2020: sintomi e durata.