Menopausa, le pillole ormonali non accorciano la durata della vita

Assumere pillole ormonali per diversi anni dopo la menopausa non accorcia la durata di vita delle donne anziane. Lo dice uno studio.

Menopausa

Assumere pillole ormonali per diversi anni dopo la menopausa non accorcia la durata di vita delle donne anziane. Lo dice uno studio.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno esaminato oltre 27mila donne di età compresa tra i 50 e i 79 anni con queste caratteristiche: in menopausa e con maggiori assunzioni di dosi di pillole rispetto a quelle raccomandate. Inoltre, sono state divise in due gruppi: da un lato le donne che hanno assunto pillole ormonali; dall’altro quelle che hanno assunto pillole fittizie.

Nel complesso, quasi 7.500 donne del campione sono decedute e la maggioranza delle morti si è verificata dopo che le donne hanno smesso di prendere gli ormoni. Circa il 9%, invece, delle donne è morto a causa di malattie cardiache e circa l’8% per via di un tumore al seno o altri cancri.

In sintesi, quindi, i tassi di mortalità sono stati simili tra le donne che hanno assunto pillole ormonali e quelle che, invece, hanno preso pillole fittizie.

Questi risultati sono rassicuranti e confermano che le cure ormonali possono essere appropriate, in un breve periodo di tempo, per alcune donne così da alleviare le vampate e altri sintomi fastidiosi della menopausa.

Lo studio è stato pubblicato martedì nel Journal of the American Medical Association.