Medico non usa la mascherina e contagia oltre 100 persone

La seconda ondata di Covid-19 continua a progredire in tutta Europa. In Belgio, domenica 18 ottobre, la soglia dei 10mila nuovi casi è stata superata per il terzo giorno consecutivo.

Photo by SJ Objio on Unsplash

La seconda ondata di Covid-19 continua a progredire in tutta Europa. In Belgio, domenica 18 ottobre, la soglia dei 10mila nuovi casi è stata superata per il terzo giorno consecutivo.

Da lì è emersa una notizia preoccupate: decine di persone contagiate nella cittadina di Kruisem, nelle Fiandre orientali, da un medico generico che non indossava la mascherina durante le sue visite.

Il sito belga 7sur7 ha parlato di «scandalo» in questo piccolo Paese di poche migliaia di anime dopo che le cifre dei nuovi contagiati sono salite in modo inspiegabile.

Dalle indagini è emerso che un gran numero di persone colpite dal virus aveva lo stesso medico di base, un uomo di 68 anni che era stato riscontrato positivo qualche giorno prima e che non ha ritenuto necessario applicare le misure di barriera durante le visite.

Si è appreso che il medico il più delle volte non indossava la mascherina quando riceveva un paziente nel suo studio. E quando lo ha fatto, non l’ha indossata correttamente sul naso e sulla bocca.

Di conseguenza, le autorità sanitarie locali hanno contattato decine di persone per chiederle di sottoporsi al test il prima possibile. Tuttavia, molti dati dei pazienti non sono stati compilati dal medico in questione, rendendo ancora più difficile la tracciabilità dei contatti. In totale, più di 100 pazienti potrebbero essere stati infettati.

LEGGI ANCHE: Covid-19, perché i contagi aumentano con il freddo?