Le mascherine FFP2 sono lavabili e riutilizzabili?

L'obbligo dell'utilizzo delle mascherine Ffp2 fa sorgere una domanda: è possibile lavarle e riutilizzarle? Rispondiamo.

Mascherine FFP2
Mascherine FFP2

L’introduzione dell’obbligo dell’utilizzo delle mascherine FFP2 sui mezzi pubblici, treni, aerei e per eventi dove c’è il rischio assembramento genera diversi interrogativi ed oggi ne trattiamo uno: le mascherine FFP2 sono lavabili? Prosegui nell’articolo per scoprirlo.

Mascherine FFP2, si possono lavare e riutilizzare?

Con il decreto del 23 dicembre 2021, è diventata obbligatorio l’utilizzo della mascherina FFP2 fino al termine dello stato di emergenza, attualmente fissato al 31 marzo.

Dove? su tutti i mezzi di trasporto, per accedere a spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso o all’aperto nelle sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto, su funivie, cabinovie e seggiovie quando nell’impianto ci sono le cupole paravento.

Le mascherine FFP2 ormai sappiamo essere più protettive rispetto a quelle chirurgiche che abbiamo utilizzato per 2 anni e con la diffusione della variante Omicron, è il modo migliore per proteggerci.

Tuttavia, c’eravamo abituati anche ad acquistare mascherine personalizzate, con disegni, con scritte, colorate, tutte lavabili e riutilizzabili. E adesso? Con le mascherine Ffp2 qual è la situazione? Si possono lavare? Riutilizzare?

Sono domande lecite, dopotutto le mascherine FFP2 costano pure di più. No? Proviamo a spiegarci.

La mascherina FFP2 ha una capacità filtrante del 92% e possono essere monouso (individuabili grazie all’indicazione NR – non riutilizzabili) e riutilizzabili (identificati dalla lettera R).

Le mascherine FFP2 NR offrono protezione dalle contaminazioni per un tempo di 6/8 ore di utilizzo continuativo, terminato il quale, sono da smaltire nel modo corretto.

Le mascherine riutilizzabili, invece, possono essere sanificate tramite la sostituzione dei filtri o lavandole utilizzando specifici prodotti indicati dal relativo produttore.

Attenzione, un numero eccessivo di lavaggi però può compromettere la capacità filtrante. Bisogna attenersi sempre alle indicazioni scritte sulla confezione e per qualsiasi informazione rivolgersi al farmacista.

LEGGI ANCHE: Quante volte si può prendere il Covid-19? E Omicron?