Mamma scopre un nodulo canceroso mentre allatta il figlio

Una madre britannica, che ha scoperto un nodulo canceroso mentre allattava suo figlio al seno, ha affermato che è determinata a vivere la vita al massimo durante il trattamento per il cancro al seno.

Una madre britannica, che ha scoperto un nodulo canceroso mentre allattava suo figlio al seno, ha affermato che è determinata a vivere la vita al massimo durante il trattamento per il cancro al seno.

Amy Palmer, 30 anni, ha raccontato che le sue preoccupazioni per il nodulo sono state liquidate come un dotto lattifero bloccato e, naturalmente, ha subito una batosta quando le analisi hanno rivelato la presenza del cancro.

Amy, madre di due figli, che aveva percorso una mezza maratona pochi giorni prima di scoprire il nodulo, da allora si è sottoposta a sei cicli di chemioterapia, a una lumpectomia e a 18 cicli di radiazioni. Tra le cose che le piacerebbe fare c’è un viaggio a New York e gareggiare alla maratona di Londra.

LEGGI ANCHE: Vuoi evitare la depressione stagionale? Mangia meno dolci a Natale.

La donna, però, sta anche invitando le altre a sottoporsi a screening così da individuare un eventuale cancro in tempo per essere trattato con successo.

Nel Regno Unito, a circa una su otto donne viene diagnosticato un carcinoma mammario durante la vita ma lo screening di solito comincia a partire dai 50 anni. Negli Stati Uniti, si raccomanda alle donne di età compresa tra i 45 e i 54 anni di sottoporsi a una mammografia ogni anno, con commutazione di frequenza ogni due anni dopo i 55.

Ciò perché l’età è un fattore di rischio per il carcinoma mammario. La maggior parte delle diagnosi, infatti, avvengono dopo i 50 anni. Tuttavia, le donne portatrici di mutazioni genetiche come BRCA1 e BRCA2, hanno un rischio maggiore di sviluppare il carcinoma mammario e ovarico ed è per questo che si consiglia di sottoporsi agli screening anche molto prima dell’età raccomandata.

LEGGI ANCHE: Pinocchio, cose che (forse) non sai sulla favola di Carlo Collodi.