Listeria nel formaggio bio: allerta alimentare per contaminazione batterica

La presenza del batterio della listeria è stata rilevata in diversi prodotti del caseificio di montagna biologico Goms con sede a Gluringen, nell'alto Vallese.

La presenza del batterio della listeria è stata rilevata in diversi prodotti del caseificio di montagna biologico Goms con sede a Gluringen, nell’alto Vallese.

Il caseificio Bio-Bergkäserei Goms ha informato il servizio di tutela dei consumatori e di veterinaria del Vallese. Non si può escludere un pericolo per la salute, ha indicato oggi l’Ufficio federale per la sicurezza alimentare e veterinaria svizzero (USAV).

La struttura in questione, Bio-Bergkäserei Goms, ha immediatamente ritirato i prodotti interessati dalla vendita e ha avviato un richiamo.

I problemi sono emersi nell’ambito di controlli interni in cui il caseificio Bio-Bergkäserei Goms ha rilevato la presenza di listerie in diversi prodotti. Nello specifico si tratta dei formaggi Bio Gomser 11 con gemma bio, forme da 4,5 kg / in porzioni; vendita sfusa nel periodo 26.09.2019-28.10.2019,Baschi Chääs con gemma bio, 700 g; vendita sfusa nel periodo 26.09.2019-28.10.2019, Bascheli con gemma bio, 300 g; vendita sfusa nel periodo 26.09.2019-28.10.2019,Gommer Fee con gemma bio, 250 g; data di scadenza fino al: 09.12.2019 incluso e Rote Fee con gemma bio, 250 g; data di scadenza fino al: 27.11.2019.

A scopo precauzionale, Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, raccomanda di non consumare i prodotti oggetto di ritiro.

Nelle persone immunocompetenti l’infezione da listeria è spesso lieve o addirittura asintomatica. Negli individui immunodepressi possono svilupparsi una serie di sintomi gravi, talvolta letali. Durante la gravidanza la listeriosi può provocare un aborto spontaneo oppure una setticemia o una meningite neonatale.

LEGGI ANCHE: Truffa con il Gratta e Vinci.

Da VoceControCorrente: Black Friday: cos’è la giornata dello shopping sfrenato.