Le lesioni sulla bocca sono un altro sintomo del Covid-19?

Le lesioni sulla bocca simili alle eruzioni cutanee possono essere un nuovo sintomo del COVID-19. Lo suggerisce uno studio spagnolo.

Le lesioni sulla bocca simili alle eruzioni cutanee possono essere un nuovo sintomo del COVID-19. Lo suggerisce uno studio spagnolo.

Gli esperti hanno esaminato le bocche di 21 pazienti con il COVID-19 presso l’ospedale universitario Ramon y Cajal di Madrid che avevano eruzioni cutanee.

I risultati dello studio – pubblicati su JAMA Dermatology – hanno rilevato che sei dei pazienti con l’eruzione cutanea avevano anche una qualche forma di enantema (eruzione che si osserva sulle mucose in corso di malattie esantematiche) in bocca.

I pazienti avevano un’età compresa tra i 40 e i 69 anni. Quattro dei sei erano donne.

«Questo lavoro descrive osservazioni preliminari ed è limitato dal piccolo numero di casi e dall’assenza di un gruppo di controllo», hanno scritto i ricercatori nello studio. «Nonostante le crescenti segnalazioni di eruzioni cutanee in pazienti con il COVID-19, stabilire una diagnosi eziologica è una sfida. Tuttavia, la presenza di enantemi è un indizio forte che suggerisce un’eziologia virale piuttosto che una reazione farmacologica, specialmente quando si osserva uno schema petecchiale» si legge ancora.

I ricercatori hanno poi osservato che, per motivi di sicurezza riguardo alle infezioni da coronavirus, a molti pazienti con Covid-19 non viene esaminata la bocca.

Lo studio afferma, poi, che in alcuni pazienti italiani con l’infezione sino stati trovati enantemi.