La dieta dei 17 giorni del dr. Mike Moreno

Sul web siamo abituati a vedere moltissime diete, più o meno efficaci e nessuno si aspetterebbe di trovare quella giusta per sè, soprattutto quando può sembrare strano che una dieta possa durare solo 17 giorni.

Sul web siamo abituati a vedere moltissime diete, più o meno efficaci e nessuno si aspetterebbe di trovare quella giusta per sè, soprattutto quando può sembrare strano che una dieta possa durare solo 17 giorni.

Questa è la dieta del dr. Moreno, un modello alimentare molto complesso che promette di far perdere peso in modo veloce ed efficace. La dieta dei 17 giorni affonda le sue radici in America, dove è stata ideata nel 2010 ed è stata poi resa nota dal dr. Mike Moreno in un libro intitolato The 17 Day Diet.

Pare proprio che grazie a questa dieta, milioni di persone abbiano perso peso ed ora sta diventando famosa in tutto il mondo.

La definizione del suo modello alimentare nasce da una profonda conoscenza delle problematiche legate all’obesità. Il dr Mike Moreno ha ideato uno speciale programma che ha chiamato “Walk With Your Doc”, ovvero “Cammina con il tuo dottore” il cui scopo è soprattutto quello di motivare i suoi clienti a fare esercizio fisico, che solitamente è una delle cause principali dell’accumulo dei chili di troppo, soprattutto in America, dove la sedentarietà è uno stile di vita per milioni di persone.

In sostanza, questo particolare regime alimentare prevede due volte alla settimana una passeggiata col paziente, così da motivarli e rendere maggiormente efficace il programma alimentare che propone.

La dieta dei 17 giorni del dr. Mike Moreno si divide in quattro fasi, le prime delle quali sono quelle più difficili da superare, ma che comportano anche una maggiore perdita di peso.

Il dr. Moreno basa il suo programma sul fatto che l’organismo umano si adatta in modo rapido alle variazioni dietetiche, di conseguenza una dieta per essere efficace dovrebbe variare periodicamente per scuotere il metabolismo ed evitare periodi di stallo. Variazioni sia a carattere quantitativo che dal punto di vista dei nutrienti.

La dieta dei 17 giorni si compone di quattro fasi fondamentali:

La prima fase è detta di accelerazione, in cui si riducono drasticamente i carboidrati e le calorie (in pratica non superare le 1200 calorie). Moltissimi i cibi vietati, mentre sono da prediligere quelli proteici. E’ consigliato, a sostegno di questa fase e per la perdita di peso, 17 minuti di attività fisica giornaliera.

La seconda fase è detta di attivazione ed ha lo scopo di riattivare il metabolismo. Questa seconda fase è caratterizzata da un’alternanza fra giorni in cui si assumono poche calorie ad altri in cui se ne assumono molte, introducendo alcuni tipi di carboidrati. Anche nella fase di attivazione sono consigliati 17 minuti di attività fisica al giorno.

Una terza fase è poi chiamata di raggiungimento ed è quella in cui si prevede di arrivare ad un equilibrio, soprattutto nella dieta, con maggiore apporto di carboidrati. Arrivati a questa fase, il paziente dovrebbe aver appreso come gestire la propria alimentazione senza riacquisire peso, ma affinchè si raggiungano traguardi interessanti, è fondamentale praticare almeno 40 minuti di attività fisica per 4 volte alla settimana.

L’ultima fase di questo percorso dietetico è quella detta di arrivo, in cui ormai il paziente dovrebbe poter gestire facilmente la dieta bilanciata e sostenere facilmente i 40 minuti di attività fisica per la maggior parte dei giorni della settimana. Fortunatamente la dieta dei 17 giorni prevede delle eccezioni nei week-end in cui è possibile concedersi delle gratificazioni alimentari, senza però dimenticare di praticare almeno un’ora di attività motoria.

È importante ricordare che qualunque tipo di dieta o di programma alimentare non va mai intrapreso senza il parere del proprio medico curante. Ad ogni modo il nostro consiglio è quello di rivolgersi sempre ad uno specialista della nutrizione o un dietologo che vi sapranno dare la giusta soluzione studiata sull’effettiva esigenza personale sulla base del proprio metabolismo.