Ipertensione, cosa mangiare per combattere la pressione alta

L'ipertensione può essere contrastata tramite uno stile alimentare corretto. Ecco alcuni cibi indicati per combattere la pressione alta.

La pressione sanguina è un valore da tenere sotto controllo, poiché si lega ad una serie di malattie potenzialmente mortali. La sua regolazione dipende certamente dallo stile alimentare adottato dal soggetto. Per questo motivo, oggi vi diremo quali sono gli alimenti che aiutano a mantenere bassa la pressione!

La pressione sanguigna

L’espressione “pressione sanguigna” indica la forza con cui il sangue viene spinto all’interno dei vasi sanguigni. Solitamente con questo termine si fa riferimento, in particolare, alla pressione arteriosa (PA), i cui valori ottimali si aggirano intorno ai 140-110 mmHg per la PAS (pressione arteriosa sistolica, la cosiddetta massima) e tra i 90-70 mmHg per la PAD (pressione arteriosa diastolica o minima).

Valori inferiori a 90/60 mmHg segnalano la presenza di ipotensione, mentre valori superiori a 140/90 mmHg evidenziano uno stato di ipertensione arteriosa. Quest’ultima condizione risulta molto pericolosa, poiché può favorire l’insorgenza di malattie cardiovascolari, come gli infarti, gli ictus e gli episodi ischemici.

Sebbene esista l’ipertensione secondaria (in cui il rialzo dei valori è sintomo di una malattia), l’aumento della pressione arteriosa è causato principalmente dagli stili di vita adottati. Il fumo, la sedentarietà, il sovrappeso, lo stress e l’alimentazione sbilanciata sono fattori che concorrono a mantenere i valori sopra la norma.

Di seguito vi parleremo degli alimenti che possono aiutarvi a mantenere bassa la pressione del sangue.

I cibi per combattere la pressione alta

Vi proponiamo un elenco di alimenti utili per tenere sotto controllo la pressione arteriosa:

• olio di oliva
• semi di lino
• latticini magri
• cioccolato fondente, in quantità limitate
• barbabietola
• frutta (melograno, melone, pesche, anguria, albicocche)
• verdura e ortaggi (pomodori, zucca, lattuga, radicchio, melanzane, cetrioli, zucchine, ecc.)
• pesce azzurro (tonno, sardine, ecc.)
• frutta secca, in quantità limitate

Inoltre, nel caso in cui soffrite di ipertensione, è bene limitare o evitare l’assunzione di alimenti troppo salati, di cibi contenenti tiramina (sostanza che, stimolando la produzione di noradrenalina, dopamina e adrenalina, concorre all’aumento della pressione) e di piatti ricchi di zuccheri e grassi.

LEGGI ANCHE: Cosa succede se dormi con una fetta di limone vicino al letto.