Il trattamento per il cancro del sangue potrebbe uccidere anche i tumori solidi

Il rivoluzionario trattamento antitumorale CAR-T di Israele, che si è dimostrato efficace nel trattamento della leucemia, potrebbe ora essere efficace anche nell'uccidere le cellule tumorali solide rivestite di anticorpi specifici, secondo una ricerca pubblicata questo mese sul Journal of Clinical Investigation.

0

Il rivoluzionario trattamento antitumorale CAR-T di Israele, che si è dimostrato efficace nel trattamento della leucemia, potrebbe ora essere efficace anche nell’uccidere le cellule tumorali solide rivestite di anticorpi specifici, secondo una ricerca pubblicata questo mese sul Journal of Clinical Investigation.

Lo studio è stato condotto dal Dr. Yaron Carmi dell’Università di Tel Aviv.

Il dr. Carmi ha spiegato al Jerusalem Post che la chemioterapia è attualmente il trattamento più comune per i tumori solidi a crescita rapida. Tuttavia, la chemioterapia attacca anche le cellule sane, causando gravi effetti collaterali, come la perdita dei capelli, la nausea, i cambiamenti dell’umore, l’anemia e problemi ai nervi e ai muscoli, nonché problemi cardiaci e renali.

L’immunoterapia, d’altra parte, è un tipo di terapia biologica che utilizza il sistema immunitario del proprio corpo per cercare e distruggere le cellule tumorali“, ha spiegato.

Un comunicato dell’Università di Tel Aviv ha spiegato che la terapia con le cellule CART T è una forma di immunoterapia che utilizza le cellule T alterate per combattere il cancro.

Le cellule T sono un tipo di linfocita, o globulo bianco, che svolgono un ruolo centrale nella risposta immunitaria (la ‘T’ sta per il timo, dove le cellule maturano). Le cellule T vengono raccolte dal paziente e modificate in laboratorio per produrre le strutture chiamate CAR. Questi recettori dell’antigene chimerico consentono alle cellule T di legarsi a un antigene specifico sulle cellule tumorali e di ucciderle.

Le cellule T ingegnerizzate si sono dimostrate efficaci nel trattamento del cancro al sangue ma i tentativi di usarle per combattere i tumori solidi sono stati deludenti.

Non sappiamo perché“, ha detto Carmi al Jerusalem Post. “Non esiste una risposta chiara al motivo per cui non ha funzionato con i tumori solidi, che rappresentano la maggior parte dei tumori“.

Fino ad ora.

Il nostro laboratorio ha scoperto un sottogruppo distinto di cellule, note come cellule CD4+T, che esprimono un recettore ad alta affinità per le IgG (un anticorpo) e uccidono efficacemente le cellule tumorali rivestite con questi anticorpi“, ha spiegato lo studioso.

Questo metodo utilizza la terapia con cellule CAR T e la combina con la specificità dell’anticorpo. Sulla base di questa scoperta, siamo stati in grado di progettare nuove cellule T con una maggiore attività di uccisione del tumore e una maggiore specificità, rispetto ad altre terapie a base di cellule T per il cancro“, ha aggiunto.

Il metodo ha avuto successo nei roditori.

Il dr. Carmi, che si trova negli USA affinché il suo team di ricerca abbia i fondi necessari per passare agli studi clinici, ha affermato che se saranno raccolti i soldi necessari, il trattamento potrebbe essere disponibile entro due anni per gli esseri umani.

Carmi ha affermato che il mondo è pronto per la rivoluzione della terapia genica.

Ora siamo in grado di modificare il genoma delle persone e curare malattie orribili, come le persone nate senza alcun sistema immunitario e stiamo arrivando al trattamento del cancro“, ha detto.

Forse il nostro corpo non è in grado di riconoscere e combattere correttamente il cancro ma possiamo alterarlo o cambiarlo in modo da migliorare le sue capacità di ucciderlo“, ha continuato.

Commenti