Il cane mangia di meno in estate: ecco perché non bisogna preoccuparsi

Un calo di appetito durante i mesi caldi dell'anno è assolutamente fisiologico.

Foto da Pixabay

Quando si ha un cane in famiglia, è molto importante fare attenzione alla sua alimentazione. Molto spesso, in questi frangenti, capita di notare che, quando si alzano le temperature, fido tende ad assumere meno cibo. Bisogna preoccuparsi? In generale no. Scopriamo assieme come mai succede quanto appena ricordato.

LEGGI ANCHE: Ipertermia nel cane: cause, sintomi, trattamento

Cane che mangia meno in estate: come mai succede?

Il motivo per cui il cane tende a mangiare meno in estate è molto semplice: soprattutto quando si ha a che fare con un esemplare abituato a mangiare crocchette, è fisiologico, nel periodo dell’anno in cui le temperature si alzano, un calo dell’appetito.

Quando ci si trova davanti a queste situazioni, è sconsigliato insistere e continuare a somministrare cibo al cane. Un altro consiglio molto utile prevede il fatto di rimuovere il prima possibile le crocchette avanzate presenti nella ciotola. A lungo andare, infatti, il caldo le deteriora.

Come gestire l’alimentazione del cane durante i mesi di caldo estivo

Quando sopraggiunge il caldo estivo, è molto importante gestire in maniera mirata l’alimentazione del cane. Tra gli aspetti fondamentali rientra l’apporto idrico. Al cane, soprattutto nei mesi caldi, deve essere lasciata sempre disponibile una ciotola piena di acqua fresca.

Prima dei pasti, è opportuno portare il proprio amico a 4 zampe a fare una passeggiata, con lo scopo di stimolare il suo appetito. Se nelle ore più calde ci si accorge che il proprio amico a 4 zampe è particolarmente affaticato, è opportuno bagnare il suo corpo concentrandosi in particolare sul torace e sull’addome.

LEGGI ANCHE: Ipertermia nel gatto: sintomi, cause, trattamento