I 4 ‘super poteri estivi’ delle donne arrivano dalla natura, ecco quali sono

I consigli di Federica de Santi e Marco de Gregorio, Dottoressa e Naturopata e Founder di Salugea.

0

Dopo un anno intenso di lavoro, è finalmente arrivato il momento delle tanto agognate vacanze. Che siano al caldo al freddo, al mare o in montagna, itineranti o di totale relax, quasi tutte le donne sono afflitte dagli stessi ‘problemi’: ritenzione idrica, pancia gonfia, cellulite, gambe non a prova di costume, pelle che si scotta troppo facilmente, abbronzatura non uniforme…

Per cercare di trovare una soluzione a questi ‘problemi’, la Dottoressa e Naturopata Federica De Santi e Marco De Gregorio, Founder di Salugea – azienda di San Marino che produce integratori alimentari al 100% naturali – hanno messo a disposizione la loro esperienza stilando una ‘top four’ con i migliori alleati naturali dell’estate.

IL GOJI

È l’alleato perfetto per le vacanze al mare – inizia Marco de Gregorio, founder di Salugea – è un vero e proprio elisir di bellezza, ricchissimo di antiossidanti, carotenoidi e vitamina A. Gli antiossidanti combattono i radicali liberi (sostanze di scarto che si formano naturalmente nel nostro corpo, in quantità maggiore in caso di stress…e l’esposizione al sole è fonte di forte stress!), uno dei fattori che portano la pelle a riempirsi di rughe; i carotenoidi (tra cui anche il betacarotene) proteggono la vista e rafforzano la pelle, che diventa così più pronta per la tintarella; la vitamina A, invece, ha grande potere antinfiammatorio e rigenerante dei tessuti.

GARCINIA E GYNOSTEMMA

Garcinia e gynostemma – continua Federica de Santi, la Dottoressa e Naturopata Salugea – danno il meglio quando sono in abbinato! La prima contrasta il deposito di grasso nel tessuto adiposo e facilita la riduzione dell’appetito, favorendo così la perdita di peso. La seconda, invece, stimola il metabolismo e limita l’assorbimento di zuccheri. Sono fondamentali per la cellulite che, al contrario di quanto siamo portati a pensare, non è semplicemente un inestetismo esterno, ma una vera e propria infiammazione che si forma in profondità, dove si trovano le cellule adipose. Tra le cellule passano i capillari del microcircolo, che depurano e nutrono i tessuti; stress, fumo, alimentazione scorretta e uno stile di vita sedentario possono mandare in tilt questo microcircolo. Le cellule adipose si ingrandiscono, schiacciando i capillari; le scorie non riescono più ad essere allontanate, e i tessuti vengono nutriti e ossigenati con grande difficoltà. Come risultato abbiamo infiammazioni del tessuto in profondità e il famoso effetto “buccia d’arancia” in superficie.

OMEGA 3

Secondo Marco de Gregorio “innanzitutto c’è da fare una precisazione: l’omega 3 è uno dei migliori alleati naturali, ma non tutti i prodotti sono uguali. Il migliore non è contenuto nel pesce ma nel Krill, un piccolo gamberetto originario dei mari dell’Antartico praticamente esente da metalli pesanti…e fino a 4 volte più potente dell’olio di pesce, perché immediatamente biodisponibile. L’omega 3, ricchissimo di antiossidanti, aiuta la pelle a rimanere idratata ed elastica, grazie alla creazione di un sottile film idro-lipidico; in questo modo, diminuiscono le probabilità di veder comparire eczemi, psoriasi e, proteggendo la pelle dai raggi UV, contribuiscono a evitare rughe e scottature.

BETULLA E IBISCO

“Se invece parliamo di vacanze itineranti (ma non solo!), i migliori alleati possibili sono la betulla e l’ibisco – prosegue Federica de Santi – Sono fondamentali sia per poter sfoggiare gambe snelle e a prova di costume da bagno che per evitare spiacevoli sensazioni di gonfiore e pesantezza, specialmente durante un’avventura “on the road”. La betulla è la pianta diuretica per eccellenza, calma le infiammazioni e svolge anche un’attività anti-infiammatoria. Il fiore dell’ibisco è un ottimo rinfrescante e antiossidante, oltre ad avere proprietà drenanti e diuretiche. I due, combinati insieme, favoriscono naturalmente un aumento della diuresi, contribuendo ad eliminare stati di gonfiore e anche edema.

Per avere benefici costanti e in minor tempo – conclude Marco de Gregorio – è indispensabile controllare che si parli di “estratti secchi titolati” (quindi non polveri micronizzate e non estratti secchi semplici), significa che di questa pianta è stato scelto il principio attivo. È semplice riconoscerli, in etichetta sono indicati con E.S.TIT. L’altra caratteristica per avere il meglio dagli integratori è quello di prestare attenzione al flacone: dovrebbe sempre essere in vetro scuro, l’unico materiale in grado di “proteggere” le qualità del prodotto fino alla fine del suo utilizzo

Commenti