Ha un attacco di panico con la faccia da zombi: in ospedale pensano che il trucco sia vero

Curioso caso successo in un ospedale del Michigan, negli USA. L'ospedale, poi, l'ha presa malissimo.

Lunedì scorso – 1 ottobre – la ballerina professionista statunitense Jai ​​Fears stava partecipando a un servizio fotografico per una campagna di marketing di una società che si occupa di make-up anche per Halloween.

La ragazza ha partecipato a una sessione per ‘trasformarsi’ in uno zombi e ha avuto un attacco di panico per cui si è reso necessario il ricovero in ospedale.

Quando Jai è arrivata al Beaumont Royal Oak Hospital nel Michigan, tuttavia, la donna ha affermato che il personale medico non era sicuro di quale fosse il problema e, scambiando il suo trucco iperrealistico per una grave emergenza medica, ha cominciato a trattarla come se fosse vittima di un trauma.

La ragazza non ha pensato di comunicare agli ospedali che quello fosse un trucco perché riteneva che fosse chiaro.

Ci è voluto un po’ prima che lo staff medico si accorgesse che Jai non aveva avuto alcun trauma ed è stata poi curata per l’ansia e dimessa il giorno dall’ospedale.

“Il pronto soccorso non è un luogo di divertimento e di giochi – si legge in una nota stampa della struttura ospedaliera- Si vedono molti pazienti con gravi problemi medici in cui sono in gioco delle vite. I medici devono essere in grado di concentrarsi su quei pazienti con emergenze reali“.

Tuttavia, su Facebook, la ragazza ha scritto: “Per favore, non dite che l’ansia sia uno scherzo o una faccenda da ridere. È  stata una situazione grave che si è verificata in un momento strano“.