Gli cola il naso per anni. Non era un’allergia ma qualcosa di molto più grave

A Gregory Phillpotts il naso colava da anni. Per molti medici era per via di un'allergia. Poi, però, la diagnosi scioccante.

0
A Gregory Phillpotts il naso colava da anni. Per molti medici era per via di un'allergia. Poi, però, la diagnosi scioccante.

Le allergie sono diffuse in tutta la popolazione mondiale e uno dei sintomi più diffusi è, senza dubbio, il naso che cola. Tuttavia, se questo disagio persiste per lunghi periodi di tempo, è bene non sottovalutare la situazione.

Gregory Phillpotts, ad esempio, per ben 5 anni si è interrogato sulla sua insolita ‘malattia’: un naso con costanti perdite di secrezioni.

I medici, che l’uomo ha consultato negli anni, hanno sempre risposto alle sue domande circa la ‘strana condizione’ indicando le più classiche cause: allergie, bronchite o polmonite (anche perché era presente una tosse persistente).

La mancanza di miglioramenti ha esasperato l’uomo che ha così deciso di ricorrere a una visita ospedaliera e la diagnosi è stata scioccante: fuoriuscita di liquido cerebrale.

Questa condizione è abbastanza pericolosa, poiché è caratterizzata da un danno alla membrana, che protegge il midollo spinale e il cervello. Questi organi sono circondati da una piccola quantità di fluido che funge da tampone in caso di lesioni o interventi chirurgici.

Oltre alla rinite, alla lacrimazione e alla tosse, la fuoriuscita di liquido cerebrale è accompagnata da:

  • dolore al collo;
  • vertigini;
  • sapore di metallo in bocca;
  • vista compromessa;
  • naso che cola;
  • nevralgia;
  • intorpidimento e debolezza dei muscoli facciali;
  • forte mal di testa;
  • crampi;
  • nausea e vomito;
  • fatica;
  • problema uditivo;
  • tinnito.

Fortunatamente, il problema di Gregory è stato risolto velocemente. È bastato intervenire chirurgicamente sul “foro” dal quale fuoriusciva il liquido celebrale, chiudendolo.

Le cause di questa condizione possono individuarsi in varie lesioni, ernie del cervello o del midollo spinale, tumori, aumento della pressione intracranica e danni dopo una puntura o per via di procedure simili.

Commenti