Gli alimenti da non consumare a stomaco vuoto

Esistono diversi cibi che, per evitare sintomi come il gonfiore addominale, non andrebbero consumati a stomaco vuoto. Scopriamo quali sono.

Anche se spesso non riflettiamo sulla loro esistenza, sono diversi gli alimenti che sarebbe meglio non consumare a stomaco vuoto. Vediamo assieme quali sono e perché è il caso di non mangiarli se prima non sono stati assunti altri cibi.

LEGGI ANCHE: Cosa succede al nostro corpo se beviamo il tè al cinorrodo?

Yogurt

Considerato un’eccellente alternativa per chi è alla ricerca di uno spuntino salutare, lo yogurt non dovrebbe essere consumato a stomaco vuoto. Il motivo? Gli acidi dello stomaco possono uccidere i fermenti lattici in esso contenuti.

Cetrioli

Ortaggi sanissimi soprattutto in virtù del loro importante contenuto di acqua, i cetrioli andrebbero evitati a stomaco vuoto. Il rischio di assumerli senza aver mangiato prima vede in primo piano l’insorgenza di fastidiosi crampi e spasmi.

Banane

Le banane, ricche di magnesio, andrebbero evitate a stomaco vuoto. Il motivo? Il rischio di avere a che fare con un aumento eccessivo dei livelli ematici di questo minerale.

Pere

Il motivo per cui è il caso di non mangiare le pere a stomaco vuoto riguarda la loro ricchezza in fibre grezze, nutrienti che potrebbero danneggiare la mucosa dello stomaco.

Spremuta di arancia

Ah, la spremuta di arancia, fresca e gustosa compagna delle prime ore del mattino di tantissime persone. Attenzione, però: se si soffre di gastrite, è il caso di evitare di consumarla come primissimo alimento della giornata.

Pomodori

Nonostante siano salutari in virtù della loro ricchezza in licopene, i pomodori non andrebbero, se possibile, consumati a stomaco vuoto. Anche in questo caso, il rischio è quello di andare incontro a fastidiosi dolori addominali.

Brioches e altri cibi lievitati

Quando si parla degli alimenti che è bene non consumare a stomaco vuoto, un posto d’onore spetta alle brioches e ad altri cibi lievitati. Ok, sono i protagonisti assoluti della maggior parte dei pasti iniziali della giornata. Il rischio a consumarli senza aver mangiato nulla prima è quello che, a causa dei lieviti, si palesi un fastidioso gonfiore addominale.

LEGGI ANCHE: Pomodori: meglio conservarli in frigo o a temperatura ambiente?