Forti dolori mestruali? Hai mai provato la camomilla?

La camomilla è stata usata come farmaco per migliaia di anni per alleviare i disturbi di stomaco, il bruciore di stomaco, la nausea e il vomito.

Meglio conosciuti come ingrediente nelle tisane, i fiori di camomilla sono anche usati come aromatizzanti in cibi e bevande. Contiene sostanze chimiche chiamate flavonoidi, un tipo di nutriente presente in molte piante.

Per preparare la camomilla, si dovrebbero mettere in infusione i suoi fiori secchi in acqua calda. La bevanda ha un sapore ‘terroso’, un po’ dolce e può essere un’alternativa al tè nero o al té verde.

La camomilla contro il dolore mestruale

La camomilla è nota per essere utilizzata in varie forme. La forma più comune è la bevanda calda che è stata associato alla gravità ridotta dei crampi mestruali. La bevanda possiede proprietà antispasmodiche che possono alleviare i crampi associati ai periodi mestruali.

La camomilla agisce rilassando l’utero e diminuendo la produzione di prostaglandine (sostanze simili agli ormoni che causano l’infiammazione e il dolore).

Inoltre, gli antiossidanti presenti nella camomilla aiutano a calmare il disagio addominale, ad alleviare i crampi mestruali e a ridurre gli sbalzi d’umore della sindrome premestruale. Oltre a questi, la camomilla funge anche da bilanciatore ormonale per avere così cicli più regolare.

In uno studio, gli esperti hanno scoperto che bere la camomilla per un mese potrebbe ridurre il dolore originato dalla dismenorrea primaria e abbassare i livelli di ansia associati al dolore mestruale.