Forfora, quali sono i migliori rimedi naturali per combatterla

Problema non grave ma fastidioso a livello estetico e psicologico, la forfora può essere combattuta con diversi rimedi naturali.

La forfora è una problematica che riguarda una persona su due. Oggettivamente fastidiosa a livello estetico, può essere accompagnata da bruciore e prurito. Quando la si chiama in causa, si prende in considerazione una fonte di forte disagio sociale. Per questo motivo, è utile informarsi sulle principali alternative per porvi rimedio.

Esistono diversi rimedi naturali utili al proposito. Nelle prossime righe, abbiamo cercato di raccoglierne alcuni tra i più efficaci. Ricordiamo in ogni caso che, se il problema persiste, è il caso di consultare tempestivamente un dermatologo.

LEGGI ANCHE: Lo sai che usare l’anguria può favorire la crescita dei capelli?

Argilla verde

Iniziamo a parlare di rimedi contro la forfora parlando di argilla verde, alternativa particolarmente indicata per chi ha a che fare con i capelli grassi. Per sfruttare la sua efficacia basta pochissimo: è sufficiente preparare un impacco mixando tra loro argilla e acqua.

Una volta pronto il composto, si procede al massaggio del cuoio capelluto e, successivamente, si lascia in posa il tutto per una mezz’oretta. Una volta trascorso questo lasso di tempo, arriva il momento di procedere al risciacquo.

Impacco di succo di limone e olio d’oliva

Proseguendo con l’elenco dei rimedi naturali contro la forfora ricordiamo l’impacco di succo di limone e olio d’oliva, particolarmente indicato quando si tratta di eliminare le squame della forfora secca. In questo caso, per ottimizzare l’efficacia dell’impacco si consiglia di applicarlo sul cuoio capelluto umido prima di utilizzare lo shampoo. Il tempo di azione è di circa 30 minuti.

Ortica

In questo caso, per combattere la forfora in maniera naturale bisogna preparare un infuso, da frizionare successivamente sul cuoio capelluto. Cosa serve per farlo? Semplicemente un cucchiaio di fiori di ortica essiccati, da lasciare in infusione per una trentina di minuti. Una volta trascorso questo lasso di tempo, prima di utilizzare l’infuso è opportuno lasciarlo raffreddare.

LEGGI ANCHE: Stop alla vita sedentaria e i consigli per dimagrire