Ecco perché la rucola non dovrebbe mancare a tavola

La rucola è una verdura che ha molti benefici per la salute, soprattutto per la presenza di molti antiossidanti.

0
rucola

La rucola, che fa parte della famiglia delle verdure crucifere (come i cavoli, i ravanelli o le rape), ha molti benefici per la salute. Molto apprezzata nella medicina erboristica, la rucola era già usata nei tempi antichi per stimolare la crescita dei capelli e aumentare la libido.

Afrodisiaco o meno, la rucola è particolarmente interessante dal punto di vista nutrizionale. Leggera (circa 30 calorie per 100 grammi), contiene molti elementi essenziali: è un’ottima fonte di vitamina K, che svolge un ruolo nella coagulazione del sangue, e una buona fonte di vitamina B9 (acido folico), coinvolta nel sistema nervoso.

La rucola, inoltre, è anche ricca di flavonoidi (soprattutto la quercetina), antiossidanti che rafforzano la resistenza dei vasi sanguigni (e sono molto importanti nella prevenzione del cancro).

Anche i glucosinolati presenti nella rucola sono noti per la loro azione antiossidante. Sono ottimi antibatterici e potenziano il sistema immunitario. Infine, la clorofilla, il pigmento che dà alla rucola il suo colore verde scuro, è anche un potente antiossidante (è efficace nel bloccare gli effetti cancerogeni delle ammine eterocicliche, composti chimici che si generano durante la cottura di alimenti ad alta temperatura).

La rucola facilita anche la digestione. Ben fornita di fibre che accelerano il transito del cibo, regola la secrezione biliare e stimola gli acidi digestivi, migliorando così la digestione e l’assorbimento dei nutrimenti.

Commenti