Ecco cosa può succedere alla salute di una donna che fuma

Il fumo, si sa, ha un impatto negativo su entrambi i generi ma ci sono effetti specifici riservati alle donne. Ecco quali.

Il fumo è un grave pericolo per la salute pubblica. È una delle principali cause di morte prematura nel mondo in quanto può causare il cancro, aumentare il rischio di malattie cardiache e comportare altri numerosi rischi. Nonostante ciò, molti scelgono di fumare lo stesso,

Ora, entrambi i generi possono soffrire degli effetti negativi del fumo ma ce ne sono di specifici riservati alle donne.

Alcuni tipi di cancro

Il fumo provoca una varietà di tumori sia negli uomini che nelle donne. Tuttavia, alcuni tipi di cancro sono più comuni nelle donne.

Secondo l’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG), una donna che fuma è a più alto rischio di sviluppare il cancro cervicale.

Oltre ad una maggiore probabilità di avere il cancro al polmone, è stato rivelato da uno studio danese pubblicato sul Journal of the National Cancer che le donne che fumano hanno una probabilità sei volte maggiore di sviluppare il tumore al retto rispetto a chi non lo fa.

Infine, il cancro alla vulva, un tipo di cancro ginecologico, si può anche verificare frequentemente in una donna che fuma.

Fumare peggiora il ciclo

Sintomi premestruali più gravi, come l’aumento del 50% dei crampi che possono durare fino a due o più giorni, possono essere sperimentati da una donna che fuma, sempre secondo l’ACOG.

Menopausa precoce

Se una donna comincia a fumare da adolescente, aumenta il rischio di menopausa precoce per tre volte. Le fumatrici donne spesso notano i sintomi della menopausa precoce da due a tre anni prima rispetto a chi non fuma.

Complicazioni della gravidanza

La nicotina può danneggiare un nascituro. Il fumo può ridurre il peso del bambino, danneggiare il feto, i polmoni, il cervello e il sistema nervoso centrale e aumentare il rischio di gravidanza extrauterina, parto prematuro e sindrome della morte improvvisa del neonato.

Problemi respiratori

Le donne che fumano hanno maggiore probabilità di sviluppare la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) in giovane età rispetto agli uomini. La BPCO è una condizione che rende una persona incapace di respirare correttamente e peggiora nel tempo.

Problemi al cuore

Le malattie cardiache sono una delle principali cause di morte sia per gli uomini che per le donne che fumano.

Quando una persona fuma, i prodotti chimici e il catrame nella sigaretta possono danneggiare i vasi sanguigni, i globuli e il cuore. Per questo motivo, la persona è ad alto rischio di aterosclerosi, l’accumulo di placca nei vasi sanguigni e, della arteriopatia periferica, che si verifica quando le arterie nelle braccia e nelle gambe cominciano a restringersi, limitando il flusso sanguigno.

Rispetto agli uomini, gli studi hanno rivelato che le donne che fumano oltre i 35 anni hanno un’alta probabilità di morire a causa di malattie cardiache e di aneurisma dell’aorta addominale (indebolimento del vaso sanguigno principale che trasporta il sangue dal cuore al resto del corpo).

Aumento del rischio di osteoporosi

Anche le sigarette possono portare all’osteoporosi precoce. Molti studi hanno dimostrato che fumare riduce significativamente la densità minerale ossea.

Gli studi hanno rivelato che con un solo pacchetto di sigarette al giorno, una donna può sperimentare una perdita di densità ossea del 5-10% nel momento quando raggiunge la menopausa.