Ecco cosa fare se una persona accanto a noi perde conoscenza

Ecco come aiutare una persona che perde conoscenza vicino a noi.

0
svenimento

Se hai mai visto una persona perdere improvvisamente coscienza e cadere a terra, allora sai quanto sia spaventoso. Vorresti aiutarla ma non sapresti cosa fare? Leggi questo post.

Cos’è la perdita di coscienza?

Chiunque può svenire, ovvero perdere conoscenza per un breve periodo a causa di un disturbo temporaneo del flusso sanguigno cerebrale). In questo stato, una persona non risponde ai suoni o all’agitazione e sembra essere addormentato. Questa condizione può durare diversi secondi o più.

Cause della perdita di coscienza

La perdita di coscienza può essere causata da un colpo alla testa durante una caduta o da un altro tipo incidente. Ci sono anche altri motivi:

  • improvviso calo di zucchero nel sangue;
  • bassa pressione sanguigna;
  • problemi di cuore;
  • attacco epilettico, ictus o attacco ischemico transitorio;
  • disidratazione;
  • intossicazione da alcol;
  • overdose di droga;
  • perdita di sangue significativa.

È necessario conoscere i segni che precedono la perdita di coscienza al fine di reagire correttamente e tempestivamente. Questi comprendono improvvisi problemi alla parola, incapacità di rispondere, battito cardiaco accelerato e vertigini.

Primo soccorso

Se sei vicino a una persona che ha perso conoscenza, allora puoi aiutarla nei primi minuti, finché la persona non riprende conoscenza. Cosa devi fare

  • Controllare la respirazione e il polso;
  • Se c’è respirazione e polso, ma non vomito, poggiare delicatamente la persona sulla schiena a terra e sollevare le gambe sopra il livello cardiaco. Tuttavia, se sospetti un ictus, i piedi non devono essere sollevati;
  • In caso di vomito, girare la testa della persona di lato.
  • Cospargere o lavare il viso della persona con acqua fredda.
  • Assicurarsi che la persona riceva abbastanza ossigeno. Allentare la cintura, il colletto o qualsiasi tipo di indumento aderente. Aprire la finestra.

Quando la persona riprende conoscenza, lentamente va messa a sedere e si può preparare un tè caldo.

  • Non dimenticare di chiedere se la persona lo prende con o senza zucchero.
  • Non avere fretta di mettere la persona in piedi.
  • Se la persona non apre gli occhi in pochi minuti, chiamare urgentemente un’ambulanza.

Commenti