Fegato ingrossato: cosa mangiare e cosa è meglio evitare

La condizione dell'epatomegalia, anche se collegata ad altre patologie, richiede comunque attenzione alla dieta.

dieta per fegato ingrossato

Il fegato ingrossato è una condizione nota anche con il nome di epatomegalia. Come ricordato dagli esperti del gruppo Humanitas, dietro all’aumento di volume del suddetto organo possono esserci diversi fattori.

Uno di questi è legato ad aspetti ereditari. Nel secondo frangente, invece, chi soffre di fegato ingrossato ha a che fare con una condizione patologica (si va dalla cirrosi, fino ai tumori e alla stasi ematica).

Quando si parla di epatomegalia, è necessario ricordare che non si tratta di una condizione a sé. Per questo motivo è cruciale trattare la patologia alla base. A questo punto viene da chiedersi se esista o meno una dieta per il fegato ingrossato. Premettiamo subito che l’alimentazione da sola non è in grado di risolvere il problema. Come poco fa ricordato, la cosa giusta da fare è rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Tra i segnali che devono portare a contattarlo è possibile ricordare l’insorgenza di dolore al fianco destro (quindi in prossimità dell’organo interessato dal problema), così come l’ittero, ossia la pelle che assume un colorito tendente al giallognolo. Tornando un attimo al dolore localizzato sul fianco destro è bene avere presente il fatto che, in linea di massima, la dolenzia peggiora a seguito di palpazione.

Al netto di quanto appena esposto è bene essere consapevoli che, in generale , seguire una determinata alimentazione può aiutare a non peggiorare la salute epatica. Seguici nelle prossime righe per scoprire alcune preziose informazioni in merito.

Pizza e fegato ingrossato: meglio evitare!

Quando si parla della dieta per il fegato ingrossato è necessario ricordare l’importanza di mettere in secondo piano il consumo di prodotti a base di farine raffinate. Molto meglio è prediligere le carni bianche, le verdure e il pesce azzurro.

dieta per fegato ingrossato

Per quanto riguarda gli altri alimenti da evitare, troviamo i cibi fritti e quelli lavorati a livello industriale. Una dieta ottimale per il fegato ingrossato dovrebbe essere caratterizzata anche dall’eliminazione degli alcolici e dalla diminuzione della quantità di caffè assunta ogni giorno.

Un altro aspetto degno di considerazione riguarda il mantenimento del peso forma, così come il fatto di praticare esercizio fisico. Proseguendo con i consigli dedicati a chi ha bisogno di seguire una dieta per il fegato ingrossato ricordiamo l’importanza di diminuire notevolmente l’apporto di cibi ricchi di conservanti. La loro assunzione contribuisce infatti a caricare il fegato di tossine.

Concludiamo facendo presente che se si ha intenzione di intervenire in maniera efficace in caso di epatomegalia è cruciale smettere di fumare.

LEGGI ANCHE: Pasta con crema di broccoli.