Covid-19, “terza dose? Forse sarà l’ultima”, la previsione di Guido Rasi

Cos'ha detto Guido Rasi, ex direttore dell'EMA, consulente del commissario straordinario all'emergenza Covid, ai microfoni di Sabato anch'io, su Rai Radio 1.

“La variante delta e la quarta ondata non risparmieranno i bambini”. A sottolinearlo è Guido Rasi, ex direttore dell’EMA (Agenzia Europea del Farmaco) e consulente del commissario straordinario all’emergenza Covid, ai microfoni di Sabato anch’io, su Radio Rai 1.

“Il vaccino serve a proteggere loro stessi – ricorda Rasi – è questo il grido di dolore lanciato dai pediatri”.

L’allentamento delle regole sulla quarantena nelle scuole? “È stata una scelta difficile – ha ammesso Rasi – ma il problema vero è che per le scuole non è stato fatto niente di strutturale: non è tanto una questione di classi affollate, quanto di gestione dei flussi in entrata e in uscita”.

Guido Rasi, ex direttore dell’EMA.

LEGGI ANCHE: Chi deve fare la terza dose del vaccino anti Covid-19?

Sul vaccino per gli under 12: “l’EMA sta valutando ovviamente dosi ridotte: un terzo dell’attuale Pfizer e un decimo dell’attuale Moderna”.

Per Rasi, poi, la terza dose di vaccino anti Covid-19 “potrebbe essere l’ultima”. Ciò perché “per gli immunologi il ciclo completo di solito prevede tre dosi. Se non ci saranno altre varianti, con la terza dose dovremmo essere a posto”.

Infine, il Natale 2021 potrebbe essere migliore di quello 2020, ma non sarà normale. “Siamo molto a rischio, siamo in un equilibrio molto precario”, ha osservato, riferendosi all’attuale situazione epidemiologica. “Se saremo molto disciplinati in questo mese che rimane, potremo avere un Natale migliore di quello dell’anno scorso, ma normale direi di no”.

LEGGI ANCHE: Perché il vaccino di Moderna è sconsigliato ai minori di 30 anni.