Covid-19, per Clementi il coronavirus diventerà “un virus stagionale”

Le parole di Massimo Clementi, direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

Massimo Clementi.

Cosa ci aspetta da oggi, dopo che è finito lo stato di emergenza?

Massimo Clementi, direttore del Laboratorio di microbiologia e virologia dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, all’Adnkronos Salute ha affermato: “Abbiamo ancora un numero importante di contagi Covid, è vero. Ma mi aspetto che ci possa essere nelle prossime settimane un decremento, perché questo sarebbe l’andamento naturale di un patogeno che dovrebbe avere le carte in regola per diventare un virus stagionale, perlomeno nei prossimi anni”.

Clementi pensa “che il coronavirus Sars-CoV-2 dovrebbe fare la sua parte, soprattutto in questa versione Omicron. Ha destato stupore il fatto che questa variante si trasmetta in maniera così sostenuta, così facilmente. Ma ricordo anche che i soggetti infettati hanno delle cariche virali molto alte all’inizio, quasi tutte nelle vie aeree superiori. Quindi è facile che si possa trasmettere molto bene e che diventi un virus stagionale. Un virus che ci darà qualche fastidio nelle stagioni autunno-invernali e che non dovrebbe andare oltre quello che stiamo vedendo in questo momento, cioè nella grande maggioranza dei soggetti un’infezione non grave. Ci sarà poi il problema dei più fragili che dovranno essere in qualche modo protetti, ma come facciamo già con l’influenza”.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Rezza avverte: “Il coronavirus c’è sempre”