Covid-19 in Italia, report settimanale ISS, i dati sono buoni

Cosa ha evidenziato il monitoraggio settimanale ISS - Ministero della Salute dell'epidemia di Covid-19 in Italia.

Continua la discesa dell’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 552 ogni 100.000 abitanti (18/02/2022 -24/02/2022) contro 672 ogni 100.000 abitanti della scorsa settimana.

Cala ancora anche l’indice di trasmissione RT: nel periodo 2 febbraio – 15 febbraio 2022, l’RT medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,73 (range 0,68 – 0,82), in diminuzione rispetto alla settimana precedente quando era pari a 0,77 e al di sotto della soglia epidemica. Lo ha evidenziato il monitoraggio settimanale ISS – Ministero della Salute.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è all’8,4% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 24 febbraio) rispetto il 10,4% (riferito al 17 febbraio).

Le Regioni sopra soglia sono: Calabria (13,2%), Emilia Romagna (10,7%), Lazio (11,8%), Liguria (10,6%), Marche (11,3%), Sardegna (12,7%), Toscana (12,1%), Valle d’Aosta (11,8%).

Nello stesso periodo il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è al 18,5% rispetto al precedente 22,2%. In particolare, 17 Regioni/PA sono sopra soglia.

Una Regione/Provincia autonoma è classificata a rischio alto, secondo il DM del 30 aprile 2020. Due Regioni/Provincie autonome sono classificate a rischio moderato. Le restanti 18 sono invece a rischio basso.

Sono 15 le Regioni/Provincie autonome che riportano almeno una singola allerta di resilienza. Tre riportano molteplici allerte di resilienza.

LEGGI ANCHE: Covid-19, via libera del vaccino di Moderna per i bambini da 6 a 11 anni.