Covid-19 in Italia, impennata dell’RT, aumenta anche l’incidenza

Photo by engin akyurt on Unsplash

Nel periodo 23 giugno – 6 luglio 2021, l’indice RT medio calcolato sui casi sintomatici di Covid-19 è stato pari a 0,91 (range 0,67- 1,32), in aumento rispetto alla settimana precedente e sopra uno nel limite superiore.

Sono questi i dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale dell’ISS. Aumenta anche l’incidenza settimanale a livello nazionale (14 per 100.000 abitanti (05/07/2021-11/07/2021) contro 9 per 100.000 abitanti (28/06/2021-04/07/2021). L’incidenza è ancora sotto il valore di 50 per 100.000 abitanti ogni 7 giorni in tutto il territorio.

Tutte le Regioni/Province Autonome riportano allerte di resilienza tranne due (Provincia Autonoma Trento e Valle D’Aosta). Nessuna riporta molteplici allerte di resilienza. Aumenta il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (2.408 contro 1.539 la settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti scende ulteriormente (31% vs 32,6% la scorsa settimana). Aumenta la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (46,2% vs 40,3%). Il 22,8% è stato diagnosticato attraverso attività di screening.

Secondo gli esperti, quindi, il quadro generale della trasmissione dell’infezione da SARS-CoV-2 «torna a peggiorare nel Paese con quasi tutte le Regioni/PPAA classificate a rischio epidemico moderato».

Prosegue infine la campagna vaccinale e l’incidenza è «attualmente ad un livello che potrebbe consentire il contenimento dei nuovi casi».

LEGGI ANCHE: Ricciardi: “Variante Delta buca il ciclo vaccinale”