Covid-19, il microbiologo Crisanti: “Problemi già alla fine di agosto”

Andrea Crisanti, microbiologo dell'Università di Padova, intervistato da Il Messaggero, ha espresso preoccupazione circa i dati dell'epidemia in Italia.

Andrea Crisanti, microbiologo dell’Università di Padova, intervistato da Il Messaggero, ha affermato: «Guardando i numeri dei paesi vicino a noi viene da pensare che avremo problemi con il coronavirus non a ottobre-novembre, come si era ipotizzato, ma già alla fine di agosto».

«In Italia – ha aggiunto l’esperto – abbiamo molti casi in meno degli altri paesi europei, forse non stiamo effettuando i tamponi alle persone giuste. Ma non voglio per forza essere pressimista, magari siamo più bravi, più efficaci nell’isolare i focolai. Comunque sia, sarebbe utile conoscere le ragioni della differenza dei nostri dati con quelli degli altri Paesi».

Per Crisanti, comunque, sarebbe raccomandabile «un investimento senza precedenti sull’informatica e sui macchinari per fare tamponi» e controllare con maggiore efficienza chi arriva in Italia.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa dice Bill Gates sul vaccino?