Covid-19, Galli: “Variante Xe sostituirà Omicron”

Massimo Galli, ex direttore di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano, a proposito della variante Xe del coronavirus.

Massimo Galli
Massimo Galli

“La variante Xe, ricombinante tra Omicron 1 e Omicron 2, anche se i casi segnalati sono ancora pochi, non sembra essere più patogena e sembrerebbe essere, a quanto sappiamo, più diffusiva. Se davvero è così potrebbe candidarsi a sostituire Omicron 2. Con quali risultati difficile dirlo”.

Così, all’Adnkronos Salute, Massimo Galli, ex direttore di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano.

“Il virus – continua Galli – rivela ancora una volta la capacità di ricombinarsi, tra varianti diverse, quando c’è co-circolazione. Cosa questo possa implicare in termini di impatto clinico ed epidemiologico non lo sappiamo”.

Tutti, conclude Galli, “speriamo che il coronavirus abbia preso una linea evolutiva che la porti ad essere meno patogeno e che possa essere derubricato a un virus non più pandemico. I tempi e i modi di tutto questo, però, non li conosciamo”.

LEGGI ANCHE: Covid-19, addio mascherine? La precisazione del ministro Speranza.