Covid-19, focolaio a Roma: 31 casi confermati all’IRCCS

L'annuncio dell'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

«Oggi registriamo un dato di 28 casi positivi di cui ben 24 riferibili al focolaio dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e continuano a crescere i guariti che sono stati 37 nelle ultime 24h».

Così l’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che ha aggiunto: «È in corso l’indagine epidemiologica sul focolaio presso l’IRCCS San Raffaele Pisana che al momento conta 31 casi confermati e 20 pazienti già trasferiti e sono stati fatti circa 300 tamponi. È stato disposto l’isolamento della struttura e ringrazio il Prefetto di Roma per l’immediata attivazione delle misure di contenimento, e i test a tutti con l’affiancamento da parte della Asl Roma 3. Prioritario ora è il contenimento del focolaio e il tracciamento di tutti i contatti. Sul posto sei unità operative delle USCA-R e i servizi della Asl Roma 3. Questo focolaio non ci voleva e tutti i nostri sforzi sono adesso ricondotti alla tutela di pazienti e operatori. Poi faremo tutte le verifiche al completamento dell’indagine epidemiologica».

«Non bisogna abbassare a guardia lo dico da giorni, va mantenuta alta l’attenzione – ha detto D’Amato – Dal quadro fornito dalla Asl Roma 3 emerge un possibile caso indice tra gli operatori e ci aspettiamo un ulteriore incremento dei casi. Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine. I decessi sono stati 4, mentre il numero complessivo dei guariti è di 4.346 totali».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, qual è il tipo di diabete più rischioso?