Covid-19, “è sbagliato come misurano la febbre negli aeroporti e negli ospedali”

Passare le persone davanti a uno scanner per leggere la temperatura corporea può causare un gran numero di falsi negativi, consentendo così a chi ha il Covid-19 di accedere ad aeroporti e ospedali senza essere rilevati.

Esperti di fisiologia hanno, quindi, suggerito che sarebbe meglio misurare la temperatura del polpastrello e dell’occhio perché darebbe una lettura smigliore e più affidabile e aiuterebbe a identificare chi ha la febbre.

Lo studio, co-condotto dal fisiologo Mike Tipton, è stato pubblicato sulla rivista Experimental Physiology.

Il professor Tipton dell’Università di Portsmouth nel Regno Unito ha affermato: «Se gli scanner non forniscono una lettura accurata, corriamo il rischio di escludere erroneamente le persone con il virus dai luoghi dove sarebbe più veloce la propagazione del virus».

Lo studio ha rilevato quattro fattori chiave:

  • la temperatura da sola non è un buon indicatore della malattia in quanto non tutti coloro che hanno il Covid-19 hanno la febbre e molti la sviluppano soltanto dopo il ricovero in ospedale.
  • La misurazione della temperatura della pelle non fornisce una stima accurata della temperatura corporea profonda.
  • Una temperatura elevata, anche se presa in maniera corretta, non significa necessariamente che una persona abbia il Covid-19.
  • È  probabile che l’esecuzione di due misurazioni della temperatura, una del dito e l’altra dell’occhio, sia un indicatore migliore e più affidabile di un aumento della temperatura corporea profonda indotto dalla febbre.

Il professor Tipton ha affermato: «L’uso di uno scanner della temperatura superficiale per ottenere una singola temperatura superficiale, di solito la fronte, è un metodo inaffidabile per rilevare la febbre associata a Covid-19. Troppi fattori rendono la misurazione della temperatura della pelle un surrogato inadeguato per la temperatura corporea profonda. Infatti, la temperatura della pelle può cambiare indipendentemente dalla temperatura corporea profonda per molte ragioni».

«Anche se una tale singola misura riflettesse in modo affidabile la temperatura corporea profonda, altre cose, come l’esercizio fisico, possono aumentare la temperatura corporea profonda», ha concluso.

LEGGI ANCHE: Covid-19, perché ancora tanti morti giornalieri in Italia?